SALVIMAR A-BOOST, l’elastico verde!

pesca sub

 NOVITA’ SALVIMAR 2015:  ELASTICI VERDE ACIDO SALVIMAR A-BOOST

La ditta ligure ha deciso di presentare in anteprima una novità del catalogo 2015 dedicata a tutti gli utilizzatori di arbaletes: gli A-boost.

Si tratta di nuovi elastici americani caratterizzati da un metodo innovativo di fabbricazione che ne migliora le prestazioni e da un singolare ed aggressivo colore verde acido che li rende riconoscibilissimi tra i tanti disponibili sul mercato.

Solitamente gli elastici vengono prodotti per coestrusione, questo significa che l’impasto passa attraverso una trafila che dona la forma tubolare che noi tutti conosciamo. Gli A-boost invece sono prodotti per immersione, quindi gli elastici assumono la forma finale passando attraverso diversi bagni che creano una struttura multistrato. Questa diversa fabbricazione conferisce al prodotto un’ottima memoria anche dopo trazione prolungata.

Dopo alcuni test infatti si è notato per esempio che dopo 30 min al 370% e a temperatura costante di 20° l’elastico si allunga (rispetto alla misura originale) solo del 2%!

Questo nuovo prodotto è disponibile solo nella versione da 16mm poiché data la diversa metodologia di fabbricazione esiste una tolleranza di 1,5mm in piu o in meno sul diametro finale.

L’impasto è di colore nero all’interno e possiede un rivestimento in latex spesso 0.5mm che lo protegge dagli agenti esterni. Diversamente dagli altri elastici il foro centrale è da 2mm mentre in genere è da 3mm (tranne per i sigal che sono da 1mm). L’allungamento massimo consigliato è il 380%.

LA PROVA IN MARE

Durante la prova in acqua con il carbon sapiens 95, la prima cosa che si nota è l’estrema facilità di caricamento nonostante l’esasperato coefficiente di allungamento (380%) e il diametro (16mm). La sensazione sia nel caricamento che nello sparo è quella di un elastico progressivo che non vibra una frustata secca ma che accompagna l’asta in uscita. Il vantaggio principale è rappresentato dall’assenza di rinculo che è possibile notare nel video qui sotto.

Infine, una volta in trazione, il vivido colore verde acido del rivestimento non si “accende” e resta uniforme. Durante la discesa infatti tende ad assumere dei toni pastelli che lo uniformano ai colori dell’ambiente circostante.

Fonte: Nadirspearfishing.com

8 Commenti

  1. Antonio O. scrive:

    Bel colore tipo,alien sarà attrazione x i pesci sopratutto x le lecce..

  2. Antonio O. scrive:

    Sherzo bisognerà provarli?

  3. fabio70 scrive:

    Certo che il discorso è proprio singolare…da una lato la Salvimar (come anche molte altre ditte…), ogni mese sforna una muta più mimetica dell’altra…”investendo” tutto proprio sul mimetismo, come se con mute nere i pesci non si possano più prendere…
    Poi, (ma come del resto anche altre aziende…) propone questi elastici che sott’acqua sono più luminosi di 2 neon…!!! Certo che la pubblicità non ha limiti ai controsensi…mah…

  4. 1000risorse scrive:

    io non uso elastici ormai da molti anni, però gli ultimi che usai sono stati gli ambra che effettivamente sono molto vistosi. ma non credo che sia un problema…poi chissà.

    • fabio70 scrive:

      Certo Francesco…se un pescatore ha le capacità, la tecnica giusta e l’esperienza, i pesci li prende lo stesso…non c’è dubbio.
      Ma questa degli elastici troppo appariscenti, è secondo me, la stessa cosa fra il fare per es. un aspetto nascosti immobili in una zona d’ombra con una muta mimetica o nera, e il farlo invece con una muta verde fluo…è indubbio che comunque in questo caso il pesce noterà qualcosa di anomalo dal contesto…e potrebbe insospettirsi…magari tenendosi lontano solo quel mezzo metro in più, ma che comunque ci può vanificare la cattura.
      Io non sono un fanatico del mimetismo…ma penso che comunque, siccome male non fà, avere dei colori che assomigliano (perchè purtroppo il mimetico universale non esiste…)al fondale che frequentiamo, è in ogni caso un valore aggiunto…altrimenti non si capisce perchè nel 90% dei casi, il mimetismo è una prerogativa del regno animale.
      Poi, riguardo la teoria del mimetismo, se efficace o meno, riferita al nostro campo della pesca in apnea, ci sono intere “enciclopedie”…
      Ciao amico mio.

  5. LIGURE scrive:

    Personalmente sto usando elastici ed aste Salvimar da ormai un paio di anni ( nello specifico elastico nero da 18, ed asta a tacche da 6,25 ); ho scelto Salvimar solo ed unicamente per il prezzo più basso rispetto ad altre marche, e mi sono trovato bene ..
    Per quanto riguarda il mimetismo vi espongo le mie ipotesi, basate sull’esperienza personale dal 2004 ad Oggi :
    personalmente sono ormai un fanatico del Mimetico a scomposizione d’immagine, ho tutta l’attrezzatura mimetica, dal fucile, alla muta, alle pinne ecc.. sono convinto che la muta nera “spaventi” il pesce, come anche il fusto nero del fucile, oppure le pinne nere, ma non credo sia il colore nero il problema, ma il colore unico.
    A mio modesto giudizio è la colorazione unica a permettere al pesce di vedere un’oggetto nelle sue dimensioni reali, infatti, sono convinto che anche una muta tutta verde o tutta rossa, oppure tutta marrone ecc .. riveli al pesce le nostre vere dimensioni ( se non siamo nascosti dietro uno scoglio ). Mi sono divertito nel corso di 2 anni a colorare in maniera diversa il mio FV95 con le bombolette, ho notato che se il fusto è tutto nero, tutto verde, oppure tutto marrone, il pesce è più sospettoso, mentre se il fusto viene colorato di 2 – 3 colori in modo da scomporlo in piccole chiazze, il pesce non solo non è sospettoso, ma diventa curioso, probabilmente non riesce a vedere il grosso fucile, ma dei pezzettini colorati che suscitano la sua curiosità.
    Recentemente ho colorato il fusto di rosso, giallo e verde; il fucile sembra un’albero di natale, ed è estremamente vistoso ( direi quasi fosforescente ), eppure incuriosisce il pesce, che viene puntualmente a curiosare accorgendosi troppo tardi del tranello ..
    A questo punto mi viene da pensare che non importa di che colore sia la muta, basta sia di tanti colori, e sopratutto colorata a chiazze piccole, in modo da far percepire al pesce ce siamo un “ammasso” di piccoli frammenti, e non “blocco” unico.

  6. Stefano scrive:

    ma come, dopo tanti sforzi verso il mimetismo assoluto ora propongono veri e propri neon sul fucile di un metro di lunghezza?

  7. Emanuele scrive:

    Ciao oggi ho avuto modo di provare questi elastici.devo dire che la prima volta che ho effettuato un tiro di prova credevo che fossero abbastanza performanti ma dopo 15 minuti in acqua a 7 gradi ho notato scaricando il fucile che rimangono tesi quindi non avevano forza.ho dovuto cambiare elastici. Io uso un 75 omer

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi