Articoli in nuovi prodotti

Medishow 2013 : tutte le novità della fiera

testata5La seconda edizione del Medishow, fiera organizzata in Sicilia, si è svolta all’insegna delle novità che il palcoscenico commerciale della pesca offre in un momento particolare dell’economia mondiale ed italiana. Tante le aziende ed i prodotti che hanno soddisfatto curiosi e simpatizzanti del settore, e tanta anche la voglia degli appassionati di approfittare dell’evento anche per conoscere gli amici di tastiera online ed i produttori dei loro marchi preferiti. Di seguito una carrellata delle novità presentate dalle aziende presenti all’evento.

Preview GoPro Hero 3 Silver

gopro hero 3 silverDa qualche tempo le Action Cameras sono entrate a far parte delle dotazioni standard del pescatore subacqueo, tanto che sempre più di frequente è possibile trovarle in vendita presso i normali negozi di pesca.
Fino a qualche anno fa per la realizzazione dei propri video ci si affidava a normali macchine fotografiche digitali, dotate di ingombranti scafandri – da bilanciare e camuffare in qualche modo -, o a vere e proprie videocamere, a loro volta infilate in pesanti cilindri di policarbonato. I costi erano abbastanza alti, col risultato che pochi appassionati riuscivano a permettersi e soprattutto a gestire tale attrezzatura, e non sempre i video pubblicati nei portali di video sharing, o condivisi con gli amici nella televisione del proprio salotto, erano di qualità sufficiente.

La GoPro, grazie alle sue Actioncam piccole, economiche e di qualità, ha permesso di ampliare enormemente l’esercito dei pescatori video muniti, contribuendo a far diventare quella che era una passione pochi un vero e proprio fenomeno di massa.

Nuovo Scorrisagola Ermetico LG Sub

scorrisagola ermetico lg 2012Siamo orgogliosi di pubblicare in anteprima una novità assoluta della produzione LG Sub. Si tratta del nuovo Scorrisagola Ermetico realizzato in robusto materiale plastico, il derlin, noto per le sue caratteristiche di resistenza meccanica, scarso assorbimento di umidità, elevata resistenza all’urto e all’abrasione e ottime capacità di scorrimento.
Il nuovo Scorrisagola, come il predecessore in alluminio, è lavorato con macchina a CNC dal pieno. Ciò permette un elevato livello di finitura abbinato ad un preciso rispetto delle tolleranze dimensionali.

Pur mantenendo tutte le funzionalità di quello realizzato in lega d’alluminio, il nuovo scorrisagola si caratterizza per l’estrema leggerezza (ha un peso di soli 3 grammi, rispetto ai 6 grammi di quello in alluminio), e la resistenza ai raggi UV, pertanto insensibile all’esposizione ai raggi solari.
La forma è la stesa di quello in lega di alluminio: un cilindro con due alucce laterali passafilo sporgenti. Le misure sono 31.6 mm in altezza , 11 millimetri di diametro, ed una larghezza massima di 17.5 mm. All’interno del cilindro è presente un O-ring, che ha la funzione di “sigillare” l’asta e impedire l’ingresso dell’acqua.

Intervista a Luca Limongi, responsabile Mares per il settore Pesca in Apnea

Luca Limongi mentre esplora una tana
Intervista del 12 luglio 2011

Pescasublog.it è orgogliosa di proporre ai suoi utenti l’intervista a un protagonista assoluto della pesca subacquea italiana e internazionale: Luca Limongi.
Responsabile per il settore Pesca in Apnea di Mares, leader mondiale nella produzione e distribuzione di attrezzatura subacquea, Luca Limongi è prima di tutto un Pescatore con la P maiuscola, oltre ad essere un atleta di rango e un’istruttore federale. Ma soprattutto Luca è un’ottima persona, sempre disponibile e gentile. Per questo motivo, vista l’occasione, ci siamo permessi di sforare le classiche dieci domande. Tanti sono i temi interessanti che siamo riusciti a trattare in questa breve intervista, per la quale Luca ci ha regalato, in chiusura, l’accenno ad alcune ghiotte novità.

PSB) Partiamo con un argomento di scottante attualità: cosa ne pensi della recente introduzione del permesso obbligatorio per la pesca in mare?
LL) Personalmente sono favorevole all’istituzione del permesso di pesca perchè credo che questa scelta potrebbe divenire un vantaggio verso la nostra categoria che ancor oggi viene quantitativamente “ipotizzata” senza un vero riscontro numerico da proporre alle istituzioni.