Articoli in mulinello

Nuovi mulinelli LGsub con bobina e maniglia in derlin

copertinaNo, non si tratta di un “plasticone”, ma di un oggetto davvero solido, ben rifinito e leggero. La nuova serie di mulinelli realizzati dalla mano di Gianluca non deluderà tutti coloro che già hanno apprezzato la qualità dei mulinelli LG, ma anche tutti coloro che ancora non l’hanno fatto. E le novità, stando al sito ufficiale, non finiscono qui:  per il 2014 una rivoluzione anche sulla gamma dei fucili sottovuoto, e forse altro ancora! Innanzitutto molti di voi si chiederanno: “Perché un mulinello in polimero?”.  Con l’adozione dei metalli, essenzialmente,  l’assetto del fucile è fortemente penalizzato per via del maggior peso. Compreso l’alluminio che è uno dei metalli più leggeri. Se si decide di allestire un fucile per grosse prede , l’alluminio è la scelta forzata. Ma se si decide di allestire il fucile di tutti i giorni, fatto per catturare saraghi, spigole e pesce bianco allora la scelta della LG sub ha il suo perché.

LGSUB: Mulinelli LGTWIST

lgtwist

Siamo a caccia e, senza preavviso, la fortuna ci porta a tiro una bella ricciola. Cosa facciamo se il nostro fucile non ha il mulinello? Ben poco, infatti è vivamente consigliato averne uno per ogni evenienza, anche perché è quasi impossibile concludere con successo la cattura di un pesce di mole senza questo fondamentale accessorio. Inoltre, a seconda dei casi, è bene che il mulinello che sia robusto, scorrevole e di rapido azionamento.

LG Sub, ormai celebre per i suoi fucili pneumatici e relativi componenti, presenta da sempre in catalogo una nutrita serie di mulinelli, utilizzabili in una vasta gamma di fucili. Tutti i modelli LGTWIST si distinguono per la qualità costruttiva ed l’efficienza d’utilizzo. Ora ho l’opportunità di poterli vedere  da vicino.

Mulinello Sporasub Mini ONE

Mi piace avere il fucile giusto per l’occasione giusta, e questo presuppone che ogni singolo componente con cui allestirò il fucile deve essere idoneo al suo scopo. Dopo aver riportato su un foglio tutti i dati riguardo alle mie catture eseguite col fucile corto da agguato nel bassofondo, mi sono accorto che il mio vecchio mulinello da 50 metri non è mai stato utile. Il massimo strattone che ha ricevuto è di soli 7 metri, fatti da un pesce serra di 2 chili e mezzo. Aspettando la preda dei sogni, che è un caso unico nella vita, l’assetto del fucile è fortemente penalizzato per via dell’ingombro.  Perchè mai dovrei allestire un fucile che uso in massimo 4 metri di acqua, con il quale caccio piccoli predatori, sparidi e muggini con un mulinello da 50 metri? Queste sono le considerazioni che mi hanno fatto scegliere il nuovo mulinello di casa Sporasub, dalle dimensioni minimali.

Video: fissare il mulinello con la guaina termoretraibile

Una delle cose che invidio degli arbalete è la possibilità di montare un buon numero di mulinelli già predisposti per altrettanti attacchi standard, che hanno il pregio di armonizzarsi esteticamente e funzionalmente il fucile.

Nei pneumatici, Airbalete a parte, il mulinello va sempre montato tramite l’utilizzo di fascette o di anelli in plastica più o meno spessi. Tutti questi sistemi presentano l’inconveniente, per me abbastanza antipatico, di “sporcare” la linea di mira. Le fascette in plastica infatti, per garantire un minimo di sicurezza, devono avere uno spessore, compreso tra 1,5 e 2 mm.: decisamente eccessivo per chi come me ha l’abitudine di allineare le tacche dell’impugnatura con il mirino in testata. Si potrebbero utilizzare le fascette in acciaio, ben più sottili, se non fosse che contribuiscono ad appesantire il fucile. Per gli anelli in plastica vale lo stesso discorso delle fascette: sono sempre troppo spessi.

Mulinello Sigalsub Edy 80

sigalsub edy 80La domanda che mi sono posto è stata la seguente: “È possibile trovare un mulinello robusto, con telaio in acciaio inox, ma dal peso specifico basso, tale da non appesantire eccessivamente il fucile?”.
La risposta me l’ha data Sigalsub, con il suo mulinello Edy.

Disponibile nelle misure 60, 80 e 100, l’Edy è caratterizzato da una bobina tornita dal pieno realizzata con un particolare tecnopolimero la cui peculiarità è quella di avere un peso specifico inferiore a quello dell’acqua. Ciò rende l’Edy appena negativo in acqua, caratteristica che incide minimamente nell’assetto del fucile.

Il telaio è realizzato in Acciaio Inox Aisi 316 tagliato al laser, mentre è stato scelto il delrin per la realizzazione del pomello di riavvolgimento e della manopola della frizione. Il braccetto di riavvolgimento, anch’esso realizzato in acciaio Inox, può scorrere di alcuni centimetri sul piano  orizzontale, è ciò rende particolarmente confortevole l’avvolgimento della sagola.

Novità Sporasub 2012

Oggi, Domenica 9 Ottobre, Sporasub ha presentato qui a Lecce il suo nuovo catalogo 2012. Sono orgoglioso che il Sig. Borri abbia scelto il Salento per questa manifestazione, devo anche aggiungere che ultimamente la Puglia ha avuto un ruolo importante anche dal punto di vista agonistico ospitando molte manifestazioni, inoltre questa zona è veramente ricca di utenti e campioni del settore.

L’evento è stato organizzato benissimo, nella confortevole sala dell’Hilton di Lecce, abbiamo assistito ad una presentazione completa ed esauriente, dove il Sig. Borri in perfetto stile americano e con l’aiuto del responsabile tecnico ha illustrato tutti i prodotti in catalogo, il pubblico inoltre ha avuto sempre l’occasione di rivolgere domande e vedere da vicino i prodotti.

La prima chicca è stata proprio il catalogo stesso, trasformato in multimediale e distribuito su iTunes per il tablet iPad di Apple, scaricarlo costa circa 80 centesimi però è completo di foto interattive e video su quasi tutti i prodotti.

Quando serve il mulinello

In questo articolo parliamo del mulinello sul fucile, accessorio enigmatico per molti giovani pescatori che si chiedono se è bene montarlo oppure no. Come sempre vi dico che è una scelta personale da prendere in considerazione sul tipo di pesca effettuata, prede o profondità d’esercizio.

Affrontiamo prima l’aspetto negativo del mulinello, il brandeggio. Il mulinello crea un impedimento fisico all’aqua quando muoviamo il fucile, soprattutto in senso orizzontale, per questo infatti viene montato quanto più vicino possibile all’impugnatura. Sui fucili lunghi è quasi d’obbligo l’uso del mulinello e comunque non fa tanta differenza ad uno strumento che già di suo è di difficile brandeggio, invece sui fucili corti fa molta differenza e quindi dobbiamo decidere se installarlo oppure no soprattutto se volevamo realizzare un’arma rapida per l’agguato sottocosta.