Salvimar e Antolas, novità 2011

pesca sub

Forse tutti abbiamo notato che negli ultimi anni il settore della pesca in apnea sta subendo un’evoluzione commerciale mai vista prima, fino a soli dieci anni fa nei negozi si trovavano solo un paio di mute e quattro fucili, non di più. Oggi invece la tecnologia e l’innovazione hanno spinto sempre più geniali imprenditori/pescatori a immetere nel mercato prodotti mirati e soluzioni avanzate.

Questo è il caso della Salvimar e della Antolas, due giovani aziende che oggi si propongono unite e con un catalogo di tutto rispetto, al pari dei gradi nomi del settore come Mares, Omer e Seac. Avevo già provato in passato i loro prodotti ma solo oggi ho letto questo catalogo e sono rimasto stupito dalla qualità e dalla completezza degli articoli proposti.

Molti di noi pescatori già conoscono e apprezzano le precedenti produzioni di accessori, aste ed elastici. Adesso troviamo in repertorio tante novità come una muta dal mimetismo frattale e una interessante linea di fucili dal design pulito ed ergonomico.

Questi nuovi arbalete, chiamati Voodoo, esteticamente mi piacciono molto anche se per ora gli ho visti solo in foto, comunque sembrano completi di tutte le caratteristiche che un modermo fucile dovrebbe avere: l’impugnatura anatonica, regolazione del grilletto, testata aperta e disegnata per non accavvallare il doppio elastico, meccanismo di sgancio inverso (che fa guadagnare qualche centimetro di corsa). Poi ho notato tanti altri piccoli ma utili accorgimenti tecnici, tutto sommato sembra un fucile fatto veramente bene.

La muta PixelCamu è interessante come concetto, la fantasia ha un disegno ottimo tendente al chiaro, ho qualche dubbio sull’efficacia nei fondali della mia zona che sono tendenzialmente scuri. Tuttavia questo è un parere personale molto superficiale perchè dovrei provarla in acqua per dare un vero giudizio. Invece mi piace molto la soluzione della muta Pro e schienalino Y Vest che si usa usa senza spallacci.

Nel settore pinne, tutti ormai conoscono la famosa e apprezzata scarpetta Delta One, posseduta (e recensita in questo stesso blog) anche dal sottoscritto. Adesso però troviamo in catalogo anche due modelli di pinne dall’aspetto accattivante e ricercato. Le System One in polimero e le BoomBlast in carbonio.

Belle anche le maschere e la vastissima gamma di accessori, mi ha colpito l’ogiva Extreme e ho intenzione di comprare subito un paio. Elastici ed aste sono già in mio possesso da tempo, spero in un prossimo futuro di poter provare e recensire qualcuno dei nuovi prodotti.

Faccio i miei migliori auguri alla loro attività e nel frattempo invito tutti a visionare il nuovo catalogo 2011.

6 Commenti

  1. paolo scrive:

    proprio un bel catalogo!

  2. Aquilino Francesco scrive:

    quanto alla muta, secondo me è ottima nei fondali sabbiosi anche se onestamente è raro trovare gran movimento di pesce in quegli habitat pressocchè desertificati.

  3. viko scrive:

    molto utile lo schienalino y vest con l’attaco a velcro!!
    clynema sembra una bella sagola ma pero non so il prezzo…quante?

    • ivan.palumbo scrive:

      infatti, lo schienalino a velcro deve essere molto comodo, non conosco i prezzi ma sicuramente se cerchiamo in google troviamo qualche e-commerce.

  4. Vincenzo scrive:

    Ciao Ivan,la seguo da parecchio tempo.
    Io ho un Salvimar voodoo Rail Open 85 con il quale non trovo il giusto feeling,colpa anche del fatto che sono un neofita. L’elastico originale mi è risultato troppo corto e impossibile da caricare,e quindi l’ho subito sostituito con un elastico ambra lungo 53 cm.Però il tiro è troppo progressivo,i pesci sembrano quasi riuscire a schivare l’asta. Ho intenzione di prendere un sigalsub reactive brown,ma a che lunghezza devo tagliarlo?ho già usato il suo tools per il calcolo elastici,e con un fattore a 3,2 consigliato dal produttore ,ottengo un elastico da 56 cm,è giusto o è eccessivo?Cosa mi consiglia?

    • ivan.palumbo scrive:

      56 è leggermente di più di quello che serve, in teoria dovrebbe essere da 52cm (fra le legature) + 3 o 4 cm per fare l’ogiva.

      Probabilmente il tiro è lento perchè hai l’asta da 6,5mm, invece dell’elastico cambia asta.
      Prova con una Sigal Sub da 6,25mm per 120cm.

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi