Nuova Boccola di Ammortizzo by STC

pesca sub

boccola stc x-runnerLa STC Italia produce ormai da alcuni anni tutta una serie di accessori e componenti atti al miglioramento delle prestazioni del fucile pneumatico
Il suo prodotto di punta è il kit X-Power, terminale che sostituisce quello di serie dei vari fucili pneumatici e che grazie al fatto di riuscire a rendere la canna stagna, offre tutti quei vantaggi di cui spesso abbiamo scritto e discusso.
Fa parte del kit X-Power la Boccola di Ammortizzo ad Alte Prestazioni, che può essere acquistata anche singolarmente o insieme al pistone X-Runner.
Prerogativa della STC Italia è quella di ricercare un continuo miglioramento dei propri prodotti. In quest’ottica anche la Boccola di Ammortizzo ha beneficiato, nel tempo, di alcune migliorie. L’ultima è stata quella dell’adozione di un nuovo materiale per la realizzazione del cilindretto di ammortizzo e della parte che va in battuta con il pistone. Riporto di seguito la spiegazione delle migliorie fornitami da Claudia Cerasomma, titolare di STC Italia:

La boccola di ammortizzo è ora monocolore, e questa è la prima differenza, ma le due componenti si distinguono dalla forma e dal diverso grado di durezza.
La parte a battuta con il pistone ha un foro più stretto, idoneo a frenare la corsa del pistone. È realizzata in un materiale plastico maggiormente fonoassorbente rispetto alla precedente boccola gialla. Tale componente “inferiore” ha una durezza maggiore della componente “superiore”.
La componente superiore ha 90 shore A, ed è un tubetto che deve ammortizzare l’urto. Una volta montata correttamente, la parte superiore dell’intera boccola lascia intravedere il nero dell’interno boccola, realizzato in ertacetal.
Il motivo che ci ha spinto a cambiare la boccola è da ricercare nella volontà di ridurre il rumore prodotto dall’impatto del pistone, oltre a quello di ottimizzare la funzione di ammortizzo.
Il materiale è resistente all’acqua salata.

Ho provato la boccola durante le mie ultime uscite. Non uso precariche esasperate, pertanto non ho potuto testare la resistenza del nuovo materiale, ma già con la boccola precedente riuscivo a gestire tranquillamente precariche comprese tra le 25 e le 30 atm, su canna 11.
Per quanto riguarda il contenimento del rumore, ho notato un migliore smorzamento delle vibrazioni prodotte dall’impatto del pistone, il che rende il rumore prodotto più “sordo”. Ho voluto indagare meglio e ho estratto la traccia audio dai filmati che ho realizzato, sottoponendola successivamente ad analisi tramite il programma Audacity. Come potete notare nell’immagine sotto riportata, con la boccola precedere si registrava una propagazione maggiore delle vibrazioni post impatto (riquadro 1), mentre con il nuovo materiale vengono subito smorzate (riquadro 2).

analisi audacity rumore boccola stc

Nell’immagine è facile distinguere il rumore del dente di sgancio/sganciasagola (primo picco), il rumore dell’impatto sulla boccola (secondo picco), le vibrazioni prodotte (area successiva al secondo picco) e rumori vari dovuti a sagola e impatto dei rivetti sull’asta o sul fucile. Quindi, fermo restando che si tratta di test abbastanza approssimativi, non posso che concordare con quanto afferma STC riguardo al miglior contenimento del rumore da impatto. Se non vi fidate del test da me effettuato, potete farvi un idea per conto vostro tramite la visione dei seguenti filmati:

Uscita del 07.07.2012 – vecchia boccola di ammortizzo

Uscita del 22.07.2012 – nuova boccola di ammortizzo

Per completezza ripropongo il video erroneamente inserito in fase di pubblicazione, dove oltre alla nuova boccola sono stati applicati alcuni giri di nastro autoagglomerante nella volata del fucile. Come potrete notare questa ulteriore modifica contribuisce a contenere il rumore prodotto dallo sparo.

Uscita del 29.07.2012 – nuova boccola di ammortizzo

2 Commenti

  1. cerniamax scrive:

    Ciao, ma la nuova boccola non ha la parte inferiore tutta bianca…
    se hai nuove foto le potresti mettere.
    Grazie

    • Mytom scrive:

      Quella che ho io è così come la vedi in foto, e non ho altre foto. Non so se nel frattempo (l’articolo è di luglio) sia cambiato qualcosa, ma non credo.

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi