GFT Carbonio Aero – Le pinne “spaziali”

pesca sub

Scusate l’allusione ai cartoon anni 70, ma questa volta ci voleva proprio un’esclamazione all’altezza della notizia che mi è appena giunta, la nuova pala in carbonio della vulcanica GFT. Si chiama Aero, non a caso, infatti GFT oltre ai precedenti standard di qualità ed esperienza ha messo in campo anche la partnership con gli ingegneri dell’Università di Lecce, andando a lavorare con tecniche e tecnologie aeronautiche per realizzare una pala dalle caratteristiche senza precedenti.

La nuova tecnologia di produzione chiamata HF (Hot Forming) prevede la totale eliminazione di qualunque imperfezione e infiltrazione d’aria nel processo, ottenendo quindi una lastra di composito perfetta, comunque lasciamo questi dettagli ai tecnici e parliamo invece del nostro sport.

Le pinne in carbonio GFT Aero sono veramente rivoluzionarie, una flessibilità e resistenza mai raggiunte da altri modelli, a questo punto penserete che una pala così non spinge molto, invece no, sono stati in grado di mantenere le caratteristiche di reattività e ritorno elastico classiche delle pinne in carbonio. Sapete quanto pesa una pala? poco meno di 250gr, una piuma!

Queste nuove Aero saranno in grado di portarci rapidamente a qualunque quota risparmiando però in energia e affaticamento. Promettono quindi non bene ma benissimo, non le ho ancora provate, ma mi hanno promesso un test che farò a breve, tuttavia per l’esperienza accumulata in questi anni so quanto è importante trovare una pala reattiva e che mi faccia risparmiare ossigeno utile a prolungare l’apnea.

Se notate bene, nel video sottostante, alla scarpetta sono stati rimossi i longheroni, perchè? Con queste Aero sfruttiamo la dinamica di tutta pala senza costrizioni aggiunte, anche in quella zona che normalmente è il tallone d’achille delle pinne, GFT ha progettato bene gli spessori e grazie ai canalizzatori lunghi possiamo usufruire contemporaneamente di spinta e leggerezza.

Accattivanti i canalizzatori rossi, danno un’aria molto sportiva al prodotto finale e sappiamo tutti che il rosso in profondità è il primo colore a perdere saturazione e diventare neutro (una specie di grigio), personalmente parlando auspico in futuro una versione più mimetica e adatta agli amanti del bassofondo.

Nell’attesa del test sul campo vi posto il video dimostrativo:

Per info e acquisti:

http://www.facebook.com/carboniogft
http://www.carboniogft.com/

 

17 Commenti

  1. Mytom scrive:

    Mai vista una pala flettersi a quel modo. Incredibile.
    Davvero belle e innovative.
    Sottoscrivo la proposta di Ivan per una versione mimetica adatta al bassofondo.

    • ivan.palumbo scrive:

      E’ incredibile la ricerca di materiali e tecnologie, impiego di uomini, prove, blog, forum, ecc, tutto questo per cosa? Fregare quel maledetto pesce, armato esclusivamente di istinto!! A volte mentre preparo l’attrezzatura per il giorno dopo mi vengono questi pensieri e mi viene da ridere.

      Scherzi a parte le pinne sembrano fanntastiche, sono in lista per fare un test e a breve avremo l’articolo con la prova in mare.

  2. Raffaello scrive:

    Si sanno le misure? largh. e lung.?

    Ciao, Raf

  3. contesub.it scrive:

    Non le ho provate di persona ma conosco pescasub in gamba che le hanno testate… con una conclusione unanime: fantastiche!
    Complimenti alla GFT per l’impegno e la passione che mettono nel loro lavoro: questi risultati se li meritano tutti!

  4. manosub scrive:

    do anyone know if the model aero looks like this when the fin is exposed in light?:
    http://www.youtube.com/watch?v=pfsysukC2hQ
    regards to all divers

    • ivan.palumbo scrive:

      and then? GFT fins are used in water, we are not interested in the light efficiency :-))

      In italiano: ma usi le pinne come paralume? ma quanto gli piace alla gente fare queste inutili prove.

    • Mytom scrive:

      I have read in the comment of carboniogft that is an old version of “Pesca” (model 2008).

  5. manosub scrive:

    we all know that fins purpose is to be used underwater. the reason i am asking if the do make this kind of effect its because it might give us usefull informations about its structure.
    bending the fin out of water could be considered useless too but its not so useless because it provides informations about its flexibility.
    so, i just wanted to know if they do make this effect or not.
    i apriciate that you have replied me, best regards to all

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao manosub, ti rispondo in italiano perchè so che lo sai parlare bene (in altri messaggi hai scritto in italiano) e so pure che ti colleghi a internet dalla grecia (da amministratore e tecnico del settore posso vedere il tuo indirizzo IP e altre cose).

      Ho capito che a te non piacciono le GFT e fai di tutto per infangare questo produttore, sicuramente avrai i tuoi buoni motivi ma a me questo non interessa. Però non posso permettere che questo tipo di concorrenza sleale avvenga nel nostro sito, noi infatti scriviamo articoli su tutti i produttori e su qualsiasi accessorio senza fare discriminazioni (basta leggere il blog per capirlo) e senza essere legati commercialmente ad un marchio. Se un prodotto non ci piace, ci limitiamo semplicemente a non parlarne.

      Se tu (o chi altro per te), vuoi pubblicizzare le tue pinne basta semplicemente farcele provare (trovi i contatti nella pagina autori) e noi scriveremo un articolo in merito, senza denaro e senza promesse, così come è stato per tutti.

      Detto questo, ti invito a NON pubblicare più nel nostro sito le tue prove del piffero, altrimenti dovrò cancellare tutti i messaggi. Le pinne GFT sono buone (come anche altri produttori), non lo dico solo io ma il mercato con centinaia di acquirenti soddisfatti, fattene una ragione!

  6. carbonioGFT scrive:

    ciao grazie a tutti, tranquillo ivan,cè qualcuno che si diverte a far girare sul web questo video di una pala costruita nel 2008 fuori produzione ormai da anni,noi cresciamo e adesso con l’avvento delle Aero non sanno dove aggrapparsi e tentano sugli specchi,noi cresciamo e a qualcuno non và giù!!!!
    il nostro tempo lo dedichiamo nella ricerca e nella produzione,grazie davvero per il supporto

  7. marsisub scrive:

    discrete come pale. ne ho visto di meglio ma anche di peggio.. tutto sommato non sono male.
    non prendete ogni notizia e recensione come oro colato..
    lo dico perche anche delle pesca si parlava come se fossero chi sa cosa..
    unico consiglio personale che posso dare sulle pale, e quello di scegliere con molto cautela

  8. DenticeX scrive:

    Le ho da qualche tempo e sono buone. Non mi piace per niente la guida in gomma, troppo pesante, con profilo ondulato, non di qualità quanto le pale…strano

  9. DenticeX scrive:

    No, anzi mi chiedo dove si possano comprare delle belle guide, magari via internet, ad un prezzo accettabile (ho visto le guide C4 è sono molto costose).

    Grazie

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi