Elastici Seac Sub color ambra

pesca sub

L’elemento nobile di un elastico per arbalete è il lattice, molti produttori aggiungono altri composti (mescole) per creare i diversi modelli e diverse prestazioni. Infatti dai nostri negozianti ne possiamo comprare di tutti i tipi e colori, però se si usa il solo e semplice lattice otteniamo un elastico particolare, che si contraddistingue dal tipico colore ambra e talvolta si percepisce anche una leggera semitrasparenza.

Dopo i giapponesi per le fotocamere e i tedeschi per le auto, a quanto pare il popolo eletto come miglior produttore di elastici è quello americano, forse perchè il sud america è nel mondo il maggior “estrattore” di lattice naturale.

Comunque, l’elastico ambra in puro lattice ha delle proprietà molto apprezzate da tantissimi pescatori. Oltre ad avere delle ottime performance generali è di tipo morbido, cioè è l’elastico progressivo per eccellenza. Con questo tipo infatti possiamo realizzare le configurazioni ad altissimo fattore di allungamento, fino al 400%. Ovviamente le prestazioni e caratteristiche sono dettate sia dal diametro esterno che dal foro interno.

Di recente avevo bisogno di rivedere la configurazione di un paio di fucili, e passando da Sea&More di Taranto ho preso un campione di elastico ambra. Si tratta di un prodotto Seac Sub di produzione americana che viene venduto al metro oppure imboccolato. Io ho preso circa 120cm da 16mm e 60cm da 17,5mm per fare un test sia con mono che con doppio elastico. Al tatto è ottimo inoltre costa meno dei prodotti uguali ma più “famosi” di nome, meno di 15euro al metro.

Ho subito provato a realizzare un doppio elastico da 16mm per il mio fucile da 85, calcolato al 3,5 come fattore e ogiva in dyneema. Ho un po’ esagerato rispetto alla mia configurazione standard, di solito non supero mai il 3,3 perchè preferisco un fucile facile da caricare e non eccessivamente potente, questo per garantire più il divertimento che altro.

Fatto sta che il fucile era facilissimo da caricare, anzi in un primo momento ho pensato di aver sbagliato le misure, invece no, il tiro è stato bruciante e l’asta da 6,5mm è schizzata via stendendo in una frazione di secondo 2 giri di sagola. Belli questi Seac Ambra, peccato per il colore chiaro del lattice, a me piace il nero.

Si dice che l’elastico ambra, cioè nudo, sia più sensibile al sole, questo sinceramente non lo so ma vedo molti amici che lo usano da anni senza problemi, forse è una leggenda o si riferisce a chi d’estate abbandona il fucile sul balcone per diversi giorni.

Anche l’elastico da 17,5mm si è comportato benissimo, l’ho provato sul fucile da 95, calcolato al 3,3 come fattore di allungamento e configurato con asta Sigal da 6,25mm. Stesse impressioni del 16mm cioè più facile da caricare e con un’ottima restituzione di potenza.

Concludendo, a tutti gli amanti dell’elastico morbido e “gentile” consiglio questi Seac ambra, ottimi e progressivi anche ad alti fattori di allungamento. Il 17,5mm è perfetto per i fucili monoelastico, e il 16mm per il doppio oppure il roller.

26 Commenti

  1. Mytom scrive:

    Con tutto quello che la chimica e l’ingegneria dei materiali hanno saputo inventare in questi ultimi anni, è bello sapere che alla fine la spunta un materiale totalmente naturale.

    • ivan.palumbo scrive:

      dove arriva la natura…

      comunque non tutti amano l’elastico morbido, conosco pescatori che vanno in cerca dei modelli più nervosi.

      • fabio famà scrive:

        Ivan, sono d’accordo con te. Per i tiri lunghi, con arbalete lunghi (dai 100cm in sù), l’elastico progressivo, ma sempre di una certa “consistenza”, è sempre preferibile.
        Comunque è vero che l’elastico ambra senza riporto esterno è più delicato al sole…tuttavia, come dice giustamente Ivan, se si usano delle piccole accortezze si allunga di molto la vita dell’elastico.

  2. Riccardo65 scrive:

    Complimenti per il sito, ho letto la positiva recensione su PESCA IN APNEA di Ottobre. Sono molto interessato a realizzarmi 2 circolari da 14 per il mio Omer HF da 90 (penso come il tuo). Sono di Lecce ma non li trovo, mi daresti qualche indirizzo nella zona. Su internet dovrei caricarmi quasi € 10 di spedizione.
    Mi consigli quelli SigalSub da 14,5 o quelli da 14 color ambra meno costosi?
    Saluti

    • ivan.palumbo scrive:

      In provincia di Lecce ho trovato i 14mm da Pescapnea di Martignano, Scubadiving di Otranto, Gimansub di Nardò, Contesub di Surbo, Seawolf a Cutrofiano e forse anche Neos a Collepasso. Quasi tutti hanno un sito web, quindi prova a cercare su Google e fare una telefonata prima di andare.

      Non ho particolari preferenze sulla marca, i 14mm sono tutti buoni, scegli in base ai tuoi gusti.

    • Nelide Toraldo scrive:

      entra nel forum e contattaci in mp…. avrai tutte le informazioni che cerchi!!!!

  3. Nelide Toraldo scrive:

    Io ormai non monto elastici ambra da una vita. vi racconto un aneddoto:
    era un pò che provavo elastici coestusi perchè cercavo un elastico un pò più aggressivo dei soliti ambra…. pescavamo in due su un cappello di secca che risaliva sino ai dieci dodici mt.
    acqua velata quel tanto che bastava per rendere un sub in immersione invisibile dalla superficie già dopo i primi 7\8 mt.
    ah il mio amico pescava con un 115 elastici ambra.
    bene spostandomi in superficie per trovare un buon punto, non mi ero accorto che stavo sulla verticale del mio compagno anche perchè con quella visibilità non l’avrei visto.
    morale della favola, all’improvviso ho notato due neon paralleli che muovendosi da dx a sx scandagliavano l’orizonte.
    ora sicuramente le nuove mescole saranno meno lucenti, sicuramente ci sono mescole opache e mescole brillanti, ma per non correre in errori ho direttamente abolito l’ambra cercando direttamente un buon compromesso tra lambra (lucente, morbido, ecc)e il nero (rigido, legnoso, ecc) e penso che con il coestruso ho trovato il miglior compromesso per le mie esigenze

  4. marco scrive:

    Ciao Ivan, la settimana prossima dovrei ordinare da Sea&More un elastico circolare(Seac)da 17,5 mm coestruso(nero fuori)con ogiva smoby per il mio arbalete 75.Considerando che è un elastico progressivo per ottenere un tiro bruciante(agguato bassofondo) a quale fattore di stiramento mi devo attenere??? P.S. Il fucile è equipaggiato cona sta da 6 mm…Grazie!!

    • ivan.palumbo scrive:

      Al posto tuo proverei con un fattore di 3,2 per andare sul sicuro, che il mio preferito per avere un giusto rapporto fra potenza e facilità.

  5. gioacchino scrive:

    Evidentemente una casa come la Seac è stata attenta ad importare elastici con caratteristiche adeguate ai nostri fucili e all’utilizzo mediterraneo,poi è vero che gli ambra non sono tutti uguali,sia come visibilità sott’acqua sia come resistenza al salino e agli UV,certo saranno più protetti un coestruso o un colorato specificamente trattati;facendo una buona manutenzione agli ambra,il costo potrebbe essere un fattore determinante per la scelta,sarei curioso di sapere però quanto mantengono nel breve e medio periodo le loro caratteristiche e se non si ammosciano ogni 2 pescate,il possibile fattore di allungamento al 4oo% mi insospettisce,non vorrei che questo ondata di elastici ambra e di queste mescole pastose ma incostanti fosse solo una moda commerciale del momento.G

    • ivan.palumbo scrive:

      il 400% è un limite esagerato ma teoricamente possibile, infatti sono pochissimi i pescatori che sono riusciti a usare questo fattore, io nella migliore delle ipotesi sono arrivato a 350%, noi riportiamo solo la notizia che questo tipo di elastico ha queste caratteristiche. Comunque la Seac è una delle pochissime aziende italiane ad importare questo tipo di elastici, chiamati Primeline, gli addetti al settore sanno che questo nome è sinomimo di una mescola d’alto livello.

  6. vincenzo vavalle scrive:

    ciao ivan ho visto sul sito di sea&more e li ci sono degli elastici della seac neri sono come quelli che hai provato tu? http://www.seaandmore.it/store/index.php?main_page=index&cPath=12_81

  7. stefano78 scrive:

    nelle tue schede sarebbe interessante una lista dei nomi e produttori degli elastici e le loro caratteristiche,e se c’è una eventuale prova

    • ivan.palumbo scrive:

      Caro Stefano, indipendentemente dal fornitore, secondo me gli elastici in puro lattice (quelli ambra) sono tutti uguali, o quasi uguali, magari le differenze sono tanto minime che è difficile da notare.

      Sarebbe bello fare un database consultabile, e non solo per gli elastici, ma per realizzare questo ci vuole molto molto tempo e lavoro. Quindi per ora ci accontentiamo di questi articoli man mano che mi capita di provarli.

      Inoltre c’è anche una incognita non da poco nell’esprimere un giudizio, cioè che tutti noi siamo diversi e quello che va bene per me non è detto non va bene per un altro pescatore. Nessun articolo scritto da me (o da altri) vi può insegnare tanto quanto una prova fatta direttamente da voi stessi.

  8. stefano78 scrive:

    I tuoi articoli sono sempre molto interessanti anzi colgo ora l’occasione per dirti che fai un ottimo lavoro utile a molti

  9. alfredo scrive:

    Caro Ivan
    premetto che non sono un amante dei numeri e di calcoli precisi al millimetro,ti posso solo dire che dopo varie prove di elastici sul mio fucile totem guizzo 90 prevalentemente agguato nei primi 10 metri ho fatto alcune considerazioni:
    1 evitare elastici chiari molto meglio i coestrusi. 2 preferibili i progressivi che durano anche di piu’. 3 per l’ asta 6,25 che uso ho riscontrato che piu’ e’ potente e nervoso l’ elastico meno e’ preciso il tiro. 4 ridurre al minimo le ogive in dyneema a favore di un cm in piu’ di elastico. 5 usare aste di buona qualita’ (per me le sigal). 6 La mia preferenza sugli elastici e’ quella di puro lattice coestruso della antolas. ovviamente ogni configurazione si deve adattare al tipo di pesca che ogni pescasub predilige.

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao Alfredo, abbiamo molto in comune noi due, anche a me piacciono molto gli elastici progressivi coestrusi, tuttavia devo riconoscere che questi ambra sono ottimi e morbidi come piace a me, sicuramente sono da provare.

  10. gioacchino scrive:

    Penso sia tutto condivisibile,come primo schema per armare un fucile è perfetto,se si cerca velocità e potenza oltre un certo limite che poi è dato dalla precisione semplicemente si è sbagliata la configurazione,senza tante pignolerie

  11. alfredo scrive:

    Caro Ivan,
    mi inviti a nozze…. (anche se sono gia’ sposato eh,eh,)….certamente, appena avro’ “Terminato” la mia scorta di elastici acquistero’ questi “puro lattice ambra”, per verificare la loro durata, tenuta e potenza.
    Il fatto che evitavo gli ambra era solo perche’ mi sembravano meno reattivi e durevoli dei coestrusi. Probabilmente non usavo quelli puro lattice, infatti erano tendenti al color arancio e non bianchi.
    Inoltre non credo che un arbalete debba essere Totalmente mimetico ma sono convinto che debba essere silenzioso e fare tiri lunghi e precisi.

  12. aldo scrive:

    ciao ivan complimenti per il super sito.
    vorrei un consiglio,ho un hf 90 asta torsion 2,e vorrei mettere doppio circolare da 16.
    mi dici per favore il fattore e se stò facendo bene,oppure meglio doppio da 14?
    grazie

    • ivan.palumbo scrive:

      se l’asta è 6,5mm va bene il doppio 16mm calcolato a 3.3 (330%)
      se l’asta è 6,25mm allora è meglio il doppio 14mm calcolato a 3.3 o 3.4 (a tua scelta)

      • aldo scrive:

        sei un grande ivan.grazie per la rapidissima risposta.
        quindi con doppio 16 vado bene?alquni diconoche siha un rinculo che ti porta a sbagliare,ma e vero?io voglio un bel fucile potente e preciso,aiutami,grazie

        • ivan.palumbo scrive:

          certo, maggiore è la potenza e minore diventa la precisione, per questo i fucili più potenti sono molto pesanti, cioè il fucile deve avere abbastanza massa per contrastare il rinculo altrimenti al momento dello sparo si impenna e l’asta devia.

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi