Test: Omer Airbalete 100 & STC X-Power

pesca sub

omer airbaletePUBBLICATO UN AGGIORNAMENTO A FONDO PAGINA

Come promesso all’amico Ivan, riporto di seguito le prime impressioni d’uso dell’Omer Airbalet 100.

Il fucile è stato provato durante un paio di brevi uscite mattutine, poco meno di tre ore di pesca, dove purtroppo di prede “sparabili” ne ho visto davvero poche. La prima prova riguarda l’Airbalete con canna allagata, al quale ho abbinato un’asta Seatec Estreme doppia aletta da 7 mm. per 105 cm.

Le aste doppia aletta non mi piacciono per niente. Di fatto sono indirizzate a prede che per ora sono fuori dalla mia portata. Tuttavia era l’unica asta da 7 mm. con codolo che avevo a disposizione (ormai uso soltanto aste “nude”) e quella ho dovuto usare. L’impiombatura è stata realizzata con tre passate di monofilo Asso Tripla Forza da 0,90 ed è stato montato uno scorri sagola Devoto in plastica. Per la prova ho portato la pressione di precarica a 25 ATM.x-power per airbalete

Veniamo al dunque. Confermo che la facilità di caricamento è effettivamente la caratteristica migliore del fucile. A 25 ATM sembra di caricare un 20/22 ATM classico. Certo, la forza da applicare in teoria è la stessa, ma per qualche motivo (immagino grazie al particolare grasso utilizzato), il caricamento risulta fluido e continuo, senza impuntamenti e, in definitiva, più semplice. L’aggancio è avvenuto al primo colpo, cosa che a quanto pare non riesce a tutti. L’aggancio difficoltoso del pistone è stato denunciato da più parti, ed è sicuramente da attribuire alle diverse geometrie di codolo e dente di sgancio. Durante tutta la pescata una volta soltanto non ho agganciato il pistone al primo colpo, ma la colpa è stata mia. Di fatto non avevo posto sufficiente attenzione nella manovra di caricamento. E’ infatti sempre consigliabile “far sbattere” il pistone a fine corsa, anziché “farlo agganciare” come si fa di solito negli altri pneumatici, e continuare a tenere con forza il carichino per verificare che il pistone sia effettivamente bloccato.

Una volta in acqua, con l’asta da 7 mm. da me utilizzata, il fucile presenta un assetto decisamente negativo in punta, affaticando non poco il polso di chi, come me, è abituato a fucili sottovuoto bilanciati con galleggianti vari. Il brandeggio orizzontale è buono, molto meno quello verticale. L’impugnatura è per me troppo piccola, ma si tratta di una preferenza personale, non legata alla dimensione delle mie mani, assolutamente normali, se non piccole. Con l’Airbalete viene data in dotazione una seconda impugnatura, più grande, che io tuttavia non ho a disposizione.

Comodo lo sgancia sagola laterale, anche se un po’ troppo piccolo. Avendolo modificato (vedi qui), risulta un po’ troppo ballerino e se si tende troppo la sagola (cosa da non fare a prescindere) può non tenere.

Veniamo allo sparo. Il tanto decantato grilletto, a quanto si dice “morbido” e demoltiplicato, non mi ha impressionato per nulla. Lo si può considerare a livello di un fucile canna 11 con spillo da 1,5, niente di più.

I pochi tiri effettuati, su prede di dimensioni modeste, si sono rivelati delle padelle clamorose. Di fatto non sono stato aiutato dalla scanalatura che percorre il serbatoio, ne dalla canna disastata. Per la prossima uscita dovrò portarmi dietro un bersaglio sul quale provare qualche tiro e vedrò di evidenziare il mirino sulla testata. Il rinculo è inesistente, o quasi. Il rumore dello sparo è davvero eccessivo, non paragonabile ad quello di un fucile con asta nuda e X-Power. Con l’asta da 7, il tiro si è portato dietro le tre passate di sagola e ha sbobinato una ventina di cm. dal mulinello serrato. Tuttavia mi è sembrato un po’ troppo lento (sempre raffrontato a un fucile sottovuoto). Ho provato un tiro lungo su un’orata di dimensioni discrete. Faceva parte di un gruppo di quattro che a turno si stavano avvicinando sempre più al sottoscritto, nascosto dietro un cespuglio di posidonia. Ma ci stavano mettendo troppo, e la mia apnea è quella che è… Sparo e l’orata riesce a schivare l’asta, che gli sfreccia di poco a lato.

Questi i risultati della prima prova. Confermo che l’Airbalete adotta soluzioni rivoluzionarie, ma qualcosa di più probabilmente si poteva fare. Chi è abituato a pescare con fucili pneumatici classici, abbinati a sistemi che garantiscano l’assenza di acqua nella canna, può trovarsi disorientato, come il sottoscritto. Probabilmente il tempo di “apprendimento” necessario richiede diverse uscite. Per quanto mi riguarda, anche con pneumatici classici padellavo alla grande, ed ho iniziato a prendere qualcosa soltanto dopo aver montato l’X-Power.

E così, dopo aver montato il kit sottovuoto prodotto da STC, organizzo la seconda uscita con l’Airbalete. Purtroppo mi imbatto nella giornata in assoluto più ventosa di questa stagione estiva, e per provare a fare qualche tiro mi reco in un posto mai battuto prima, probabilmente l’unico a ridosso della costa nord orientale della Sardegna.

Un deserto. Di tiri su prede non riesco a farne neanche uno, quindi riporterò di seguito soltanto le impressioni riguardanti la gestione del fucile. Ho montato per l’occasione un’asta nuda X-Shaft Free monoalettata, prodotta da STC su base Sigal. Impiombatura sempre con Asso Tripla Forza da 0,90 e piccolo scorrisagola Slide Ring per tenere il monofilo parallelo all’asta dopo lo sparo.

Con il sottovuoto l’assetto è migliorato notevolmente, ma rimane comunque negativo in punta. Con asta l’asta da 6,5, che monterò nella prossima prova, dovrebbe essere quasi neutro. Come dicevo, tiri su prede non ne ho fatto quindi non posso dare le mie impressioni su precisione e istintività di tiro. Registro tuttavia un miglioramento del rumore prodotto, un rinculo più contenuto e il tiro davvero bruciante, impossibile da vedere a occhio.

Questo è tutto, per ora. Nelle prossime prove sperimenterò l’Airbalete + X-Power  sia con l’asta nuda da 6,5 mm sia con l’asta da 7 mm più codolo ridisegnato e rondella di battuta in titanio. E speriamo di trovare un po’ di pesce…

AGGIORNAMENTO DEL 02.08.2010

Terza prova con l’Omer Airbalete. L’intenzione è quella di utilizzare un mio vecchio fucile (il mio cavallo di battaglia) durante l’alba, per poi passare all’airbalete con xpower e asta nuda da 6,5 durante il rientro. Invece me ne sono capitate di tutti i colori.
Il mio vecchio fucile non ne voleva sapere di far agganciare il pistone a fine corsa. Quindi, dopo una serie di vani tentativi, ho dovuto rimetterlo nella plancetta.
Prendo l’airbalete, lo armo e dopo poco imposto un aspetto su un basso fondale di alghe e sabbia. Mi si avvicina un branco di mormore, di buone dimensioni. La più grossa del gruppo mi da il fianco a un paio di metri di distanza. Scocco il tiro. Fulmineo! L’asta da 6,5 trapassa la mormora e… questa si allontana stordita. Si è spezzato il monofilo!!! Ma porc…!!!
Recupero l’asta da 6,5 una quindicina di metri avanti, in mezzo a un manto di alghe morte. Di rifare l’impiombatura non se ne parla, quindi prendo l’asta nuda da 7 che avevo montato nell’altro fucile, sostituisco il finale dell’X-Power (una delle cose belle di questo sistema) e regolo l’impiombatura. Intanto l’ora magica è ormai volata via…
Altro aspetto su basso fondale, misto sabbia roccia. Altro banco di grosse mormore che si avvicina. Si avvicina la più grossa (dev’essere una consuetudine). Scocco il tiro, un misto di tiro mirato/istintivo, e questa volta insagolo la preda.  Bene. Mi sposto di una ventina di metri. Altro aspetto, su un tratto di fondale prevalentemente roccioso. Questa volta mi si avvicinano un paio di saraghi, da porzione. Scocco il tiro, d’istinto, e secondo centro consecutivo. Olè, sarà una gran giornata di pesca, penso. E invece da quel momento in poi riesco a padellare tutto quello che mi passa davanti!!!
Al rientro provo un paio di tiri su una bottiglia di detersivo che qualche vandalo aveva lasciato sul fondo. Tiri mirati, scoccati a 3,5/4 metri. Bene, il primo finisce 15 cm. a sinistra,   il secondo 15 cm. a destra. Strano.
Prova comparata rinviata alla prossima uscita. A quel punto saprò dire se i problemi di mira sono dovuti alla mano del pescatore (probabile) o alle differenze tra pneumatico classico e airbalete…

18 Commenti

  1. alessandro scrive:

    Ciao ma allora e buono airbalete 100 omer oppure bisogna fare delle modifiche rx.

  2. alessandro scrive:

    ciao ivan io quest’ estate per il mio complex mi voglio regalare un bel airbalete 100 qui a trapani e l’ho comprerò circa 170 neuro nero con il mulinello e quindi ne voglio approfittare per questa offerta e poi sicuramente bmonterò il kit STC X-POWER. SPREO CHE MI TROVERò BENE VISTO CHE DI QUEL CHE SENTO IN GIRO E FACILE ATTUARE IL PASSAGIO DA ARBALERTE A AIRBALETE.
    CERTO DI UNA TUA RISPOSTA
    CIAO IVAN

    • ivan.palumbo scrive:

      Io ho un airbalete 100, modificato sottovuoto con il kit STC, il fucile è molto potente e facile da brandeggiare. Balisticamente parlando è una soluzione molto efficiente. Purtroppo però non mi trovo con la mira, essendo cresciuto con i fucili ad elastico non riesco più ad adattarmi a questo genere di armi. Ti consiglio prima di provare un qualsiasi fucile a pressione, prestato da un amico, e scoprire se va bene per te. C’è tanta gente che pesca tranquillamente con i pneumatici, è solo questione di abitudine.

      Il prezzo che ti hanno fatto è veramente ottimo, ti ricordo però che ci vogliono altre 100euro per il kit, e 30 per l’asta dedicata.

  3. alessandro scrive:

    kpt Ivan pero’ pultroppo i miei compagni di pesca non hanno fucili a pressione quindi nn lo pox provare.
    Io sono certo ke con l’ AIRbalete mi trovero’ bene.
    io inizia a fare pesca con un 30 ASSO che mi regalo’ mio papa’ crescendo ho comprato fucili ad elastico come 50,75 e adesso il 90 hf doppio 14mm pero’ booo……
    ho scelto il fucile ad elastico xk i miei amici l’ho avevano e mi hanno consigliato questo modello, secondo meee… io sono convinto ke mi trovero’ molto bene..
    Grazie di tutto e buon mare.

  4. Sergio SIMONE scrive:

    Ciao Ivan, anch’io ho un airbalete da 100 camu, sinceramente sto pensando di venderlo e un gran bel fucile ma non mi trovo e inutile che dicono che ha le caratteristiche di un arbalete. Non riesco a fare un tiro istintivo devo prendere la mira come se fosse un arma da fuoco solo così riesco a prendere qualcosa. quindi sono arrivato alla conclusione che non è l’arma che fa per me. Proprio giovedì ho fatto delle padelle clamorose, cosa che con l’arbalete non avrei fatto e anche vero che c’era un mare proibitivo torbito, mosso,però…..

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao Sergio, appoggio il tuo commento, il fucile funziona benissimo ma mi trovo meglio con i classici ad elastico.
      Comunque è solo questione di abitudine, io vedo un mio amico che invece usa solo l’airbalete e prende tutto.

  5. Francesco scrive:

    ragazzi, anche dopo le prime 5-6 uscite avevo l’impressione di essere stato fregato. però preso da una delle mie caratteristiche ostinazioni ho continuato ad utilizzarlo per un mese, poi ancora, ed ancora. il terzo mese mi capita davanti un branco di salponi. senza crederci troppo e senza mirare seguo la sagoma dell’individuo che ad occhio mi sembra il più grosso, premo il grilletto e…doppiola. dopo un quarto d’ora altra occasione: un sarago girato di spalle mi lascia scoccare un tiro lungo e….anche lui insagolato. da allora con l’airbalete non ho mai avuto più problemi. bisogna solo farci la mano. certo, quei due mesi di padellate sono sofferti, però adesso che ho assimilato anche i tiri istintivi posso effettuare tiri lunghi,veloci e penetranti che prima non avevo mai avuto se non con lunghi arbalete, con elastici tirati a fattore 4 e con lividi sullo sterno…

    • Vincenzo scrive:

      ciao francesco! ho comprato da poco l’airbalete 100 camu 3d e sono rimasto deluso, mi sarei aspettato un feeling immediato… invece…. dopo aver messo per un intero anno i soldi da parte per comprarlo…. ho pensato di aver fatto una fesseria,su tutto il web ci sono moltissimo commenti negativi!! mi sono demoralizzato! e or leggendo quello che hai scritto mi sono rincuorato percche io nonostante tutto lo adoro soprattutto esteticamente… quindi.. posso chiederti come lo tieni allestito asta.. impiombatura.. eventuali modifiche accorgimenti.. .così ti copio? sperando di poterci sparare qualcosa? grazie!

  6. Mytom scrive:

    Sono d’accordo con Francesco. Durante le tre prove illustrate nel mio articolo, nella quarta successiva, e dopo averne discusso in più forum, ho maturato la convinzione che l’utilizzo dell’Airbalete sia di più facile e immediato apprendimento per chi proviene da un fucile ad elastico piuttosto che da un pneumatico classico. Ovviamente ci sono pescatori particolarmente bravi che fanno subito la mano su qualsiasi cosa impugnino, fosse anche in manico di scopa armato con gli elastici delle mutande.

  7. danilo scrive:

    salve mi chiamo danilo io o comprato un airbalete 100 camu erano due anni che ero innamorato i mi sono trovato subito bene solo che quando locarico ogni tanto lasta se ne esce cosa posso fare x risolvere il problema grazie

    • fabio famà scrive:

      Ciao Danilo, se l’asta esce dopo averlo caricato, vuol dire che la sede del pistone si è un pò allargata, oppure è il codolo dell’asta che non è perfetto. Fai la prima cosa che è la più semplice: sulla parte finale del codolo dell’asta (dove in pratica entra nel pistone)dai dei colpetti di martello ben assestati. La leggera deformazione dovrebbe consentire di fare presa. Se dopo questa operazione il problema persiste, prova a montare un codolo dell’asta nuovo. Se neanche questo dovesse risolvere il problema (ma è difficile), devi cambiare il pistone.

  8. Mytom scrive:

    Potrebbe anche trattarsi di un principio di rottura del pistone, dove, per ora, la frattura non pregiudica la tenuta della pressione.

  9. Francesco scrive:

    @vincenzo:

    ho tutto di serie. asta da 6,5 e pressione a 26 bar.

    @danilo:

    ma il fucile è nuovo?se si, prova a portarlo in garanzia perchè potrebbe avere difetti di fabbrica. in ogni caso credo che vada tutto bene. forse hai solo un carichino che ancora non ha preso la forma e che all’altto di sfilarlo, tira con sè l’asta. a me è successo le prime volte. ho risolto in questo modo: quando ho caricato, anzicchè tirare il carichino, lo sfilo come se fosse avvitato, ruotandolo.

    • Mytom scrive:

      Se il carichino si “blocca” sull’asta, potrebbe essere pericoloso imprimergli una manovra rotatoria. Di fatto, se il codolo tiene sul pistone, si potrebbe far ruotare l’asta. La concomitante rotazione del codolo del pistone a volte fa abbassare il dente di sgancio, determinando uno sparo accidentale.
      A me è successo, è non è piacevole.

      Quando si blocca il carichino sull’asta, sollevo l’aletta e la infilo tra le dita, in modo che l’asta non possa ruotare. A quel punto faccio ruotare il carichino. Ovviamente cerco di tenere il fucile puntato in avanti e non passo MAI le mani davanti alla punta, in modo da contenere gli effetti di uno sparo accidentale.

  10. Francesco scrive:

    seguirò vivamente il tuo consiglio Mytom ! ci tengo alla mia pelle!

  11. francesco scrive:

    ciao ivan, a quanto potrei trovare un airbalete 100 o 110 nuovo? grazie

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi