Novità Mares: arbalete Phantom Speed 95

pesca sub

Giravano voci su un nuovo arbalete Mares e la cosa mi ha incuriosito tantissimo perchè ho sempre considerato il Phantom come un fucile diverso dai classici arbalete dal fusto in alluminio. Anni fa quando acquistai il mio 75FV mi sembrò un oggetto futuristico, poi questo progetto ha avuto diverse opinioni tecniche divise fra sostenitori e oppositori (come qualunque altro prodotto), senza scendere nel merito di queste discussioni, a parer mio dal punto di vista estetico rimane uno dei più bei fucili in commercio.

Oggi la Mares esce con il catalogo 2011 riproponendo il Phantom con il suffisso Speed, in pratica è quasi lo stesso di prima ma rivisitato in alcuni dettagli e con un allestimento diverso dai precedenti. Probabilmente la Mares ha considerato il progetto Phantom ancora come buono e attuale, per cui nella versione Speed si è concentrata più su allestimenti più evoluti e performanti che sulla forma generale.

Il fusto è sempre monoscocca realizzato in uno speciale nylon rinforzato arricchito con fibra di vetro o carbonio, rigido al pari di un qualsiasi arbalete ma più silenzioso durante il tiro o se urtato accidentalmente sugli scogli. Una piacevole aggiunta è stata il materiale gommoso antiscivolo all’impugnatura e all’appoggio sternale (un particolare che io stesso avevo segnalato tempo fa alla Mares). Nella versione Speed il mulinello è di serie, parliamo sempre del modello Spiro che può essere montato sia dritto che obliquo.

Apro una parentesi sul mulinello, la Mares con il Phantom è l’unica azienda che ha previsto il passaggio obbligato della sagola del mulinello nella sagoma del fusto, questo piccolo ma utile accorgimento ci evita di far impuntare il fucile sulle asperità degli scogli quando brandeggiamo il fucile in senso orizzontale.

L’allestimento invece ha avuto una filosofia molto diversa dalle precedenti versioni, partendo dall’elastico circolare di 19mm che è con le legature e ogiva in dyneema, cioè come quello che tutti i pescatori d’esperienza si autocostruiscono. L’ogiva in dyneema permette di regolare la sua lunghezza a piacimento ed è molto silenziosa durante lo sparo, oltre che leggera e innoqua per le nostre mani in caso di rottura. Ovviamente non è eterna, ma se necessario può essere sostituita anche in acqua durante la sessione di pesca.

L’asta in dotazione con lo Speed è di tipo a perni (3) in acciaio 174PH leggermente brunito da 6,5mm di spessore. I perni sono quasi obbligatori per una ogiva in dyneema, e la presenza di tre perni facilita il caricamento o la scelta della potenza per diverse situazioni. Anche l’asta è da elogiare come scelta, ma non mi trovo d’accordo con la Mares per la scelta del diametro di 6,5mm, sicuramente dura e potente ma per me anche pesante e lenta. Avrei tranquillamente allestito questo fucile con una misura media di 6,25mm avendo la sicurezza di prendere qualsiasi pesce e con un tiro più rapido. Questo discorso tuttavia vale per il monoelastico, se invece vogliamo provare la potenza di un doppio elastico da 16mm allora l’asta da 6,5mm ci sta benissimo.

PREVIEW DEL PHANTOM SPEED 95

Abbiamo ricevuto un modello 95 per fare un test, cominciamo a vedere l’allestimento: il fucile ha il mulinello montato ma vuoto, l’asta è con i perni da 6,5mm per 130cm colore brunito, l’elastico è da 19mm lungo 64cm. Ho misurato la distanza fra il foro per l’elastico e l’ultimo perno dell’asta, misura quasi 92cm, quindi non è precisamente un fucile 95 ma qualcosina di meno, in realtà è possibile usare il secondo foro in testata e guadagnare un ulteriore paio di centimetri.

Per me l’elastico in dotazione è più lungo della misura ottimale, calcolata per la mia esperienza a 56cm, tuttavia l’elastico speed in dotazione è molto potente e impegnativo quindi qualche centimetro in più fa comodo per permettere il caricamento completo a tutti.

Sull’estremità della testata c’è un foro triangolare studiato per ospitare i pesi di correzione assetto, cosa però che non ho mai trovato in vendita quindi se serve dobbiamo adattare un piombo preso dall’attrezzatura dei pescatori con canna.

Secondo me dovevano rivisitare l’impugnatura, è si comoda e adeguata a tutti ma personalmente avrei preferito una versione leggermente più grande, come quella dei Seacsub o Seatec. Per questo sui miei phantom ho provveduto a raggiungere la misura desiderata aggiungendo del nastro gommato.

Non ho ancora avuto la possibilità di provare a mare il 95 però avendone già due di questa interessante linea Phantom, conosco bene le caratteristiche, cioè un buon brandeggio e una notevole silenziosità, lo sgancio è dolce anche con i carichi più importanti. Comunque spero in un prossimo fine settimana di bel tempo di provare l’accoppiata asta-elastico in dotazione.

Per la scrittura di questo articolo ringraziamo la Mares e il negozio Scuba Diving di Otranto per la fornitura del Phantom Speed 95.

 

— Aggiornamento del 12/3/2011 —

Finalmente una bella giornata, un sabato di sole e poco vento, mi reco immediatamente al mare con il nuovo Speed 95. Come scritto prima l’elastico originale mi sembra un po’ lungo quindi lo sostituisco con uno da 18 un po’ più corto. Il caricamento è agevole, lo porto all’ultima tacca con due mosse rapide. Effettuo un primo tiro a vuoto per saggiare la gittata utile, avevo allestito l’asta con due giri di sagola che vengono stesi ma senza ricevere lo strattone finale, infatti so già che per percepire questo dettaglio ci vuole il doppio elastico, quindi tutto normale.

L’asta nonostante sia da 6,5mm mi sembra abbastanza veloce, ora non rimane che cercare un po’ di prede e scoprire la precisione del Phantom Speed 95. Per fortuna non ci sono altri sub e di cannisti ne vedo solo due, bene, parte il primo aspetto dove mi compare una nuvola di cefali abbastanza corpulenti, ne prendo di mira uno ma aspetto ancora un po’, infatti sotto di loro avanza una bella spigola che mi punta con decisione, poi invece tentenna e prova ad andarsene e SBAM! viene insagolata a 2,5mt dalla punta, centrata in pieno.

Mi sposto di circa 15mt e provo un’altro aspetto, da dietro un grande masso esce un altra spigola, più piccola, presa anche questa alla medesima distanza, colpita quasi di muso e insagolata. Proseguo il mio percorso effettuando aspetti ad intervalli regolari, finisce in sagola anche un grandissimo cefalo. Arrivo in una zona ricca di sassi accatastati e mi dedico all’esplorazione di tane, per fare questo però scendo l’elastico del Phantom al perno più avanzato, riesco così a fregare un paio di orate in meditazione nella loro casetta di pietra.

A questo punto mi sento più che soddisfatto della pescata e la stanchezza comincia a farsi sentire quindi decido di ritornare alla base, mi manca solo una cosa devo provare il phantom con tiri più impegnativi, allora strada facendo prendo di mira un tordo di stazza superiore alla media e lo inseguo nel suo tragitto fra un masso e l’altro, però lui è molto più rapido e scaltro del previsto quindi abbandono l’inseguimento e lo ammiro mentre si allontana, non so perchè ma comunque decido di tentare il tiro, quasi impossibile, è al limite per qualsiasi fucile, prendo la mira con calma come farebbe un cecchino in guerra e sparo… sbam! incredibile! colpito alla coda ma non insagolato perchè più di così l’asta non poteva procedere. Si sa nella pesca spesso ci vuole un 50% di cu… fortuna.

Ultimo tiro di prova, un gruppo di salpe parte a missile e mi sfilano sul lato sinistro, giro rapidamente il fucile in senso orizzontale mentre ne seguo una con lo sguardo, sparo al volo senza mirare con il braccio piegato in modo innaturale e sbam! centrata anche questa! un po’ alta, rischio lo strappo ma alla fine finisce a cavetto anche lei.

E’ stata una giornata veramente fortunata, e il Phantom Speed 95 è stato un compagno eccellente, non ha perso un colpo e ho trovato con lui un feeling perfetto. A causa della pesca in tana però mi ritrovo con l’asta un po’ malconcia, ma va bene, noi pescatori sappiamo che ogni soddisfazione ha un costo sull’attrezzatura.

La prima foto è il resoconto della giornata, le altre due in occasioni diverse.

 

— Aggiornamento 2012 —

A seguito delle numerose richieste di potenziamento del fucile ho fatto molte prove di allestimento, in conclusione per quanto mi riguarda la migliore di tutte è:

– Asta con i perni da 6,25mm (o 6,3mm) monoaletta e possibilmente con il cono.
– Doppio elastico da 14mm calcolato a 330% o 340% (a seconda del tipo), circolari con le legature e l’ogiva in dyneema.

Con questa configurazione il fucile diventa molto versatile, con tiri rapidissimi e una gittata pari a due giri di sagola.

206 Commenti

  1. mytom scrive:

    Complimenti per lo scoop, davvero un bel colpo. Io sono un fanatico dei pneumatici, ma tra gli arbalete il phantom è quello che mi intriga di più. Secondo voi con un doppio 14 dimensionato il giusto (che va tanto di moda) e asta da 6,25 come si comporterebbe?

    • ivan.palumbo scrive:

      Doppio 14 e asta da 6,25 sono dei compagni perfetti, già provati con successo su un altro 95.

      • d4n1l086 scrive:

        ciao ivan sono danilo e sono un nuovo iscritto vorrei dedicarmi alla pesca delle ricciole, ho degli amici la domenica tempo permettendo organizzano delle battute nel brindisino, vorrei sapere che molla abbinare al mio phantom speed 95, mi e stato consigliato di lasciare la 19 e aggiungere la 16 oppure mettere tutte e 2 le molle 16, cosa mi consigli

        • ivan.palumbo scrive:

          Dipende da che tipo di ricciole, cioè se esci con un mezzo nautico e vai sulle secche troverari ricciole anche oltre i 10kg quindi ti serve minimo un’asta da 6,5mm e doppio elastico da 16mm, se invece uscite dalla costa sarà difficile trovare pesci così grandi, le ricciole più probabili sottocosta arrivano a circa 2kg nella migliore delle ipotesi, in questi giorni infatti è pienissimo di gruppi di ricciole piccolissime, cioè meno di 500gr. Quelle più corpose si fanno vedere insieme ai cefalotti di transito. Su un fucile da 95 il doppio 16mm è un allestimento veramente potente, potresti perdere in precisione se decidi di cacciare i pesci più piccoli.

          Se esci da terra ti consiglio la mia stessa configurazione del 95, cioè asta da 6,25mm e doppio elastico da 14mm. Questa è molto più versatile e che posso usare praticamente su tutto, dalla salpa al pesce di 5kg.

          Tuttavia da settembre a ottobre tutto è possibile, alcuni fortunati pescatori hanno assistito a leccie di diversi chili in meno di 2 metri d’acqua, comunque è un evento raro.

          Concludendo, ti consiglio di provare personalmente sia l’allestimento che ti ho consigliato che il doppio da 16mm con asta da 6,5mm, solo così capirai quale configurazione è più adatta al tuo stile di pesca.

    • Marco scrive:

      Ciao Ivan complimenti per il blog e per l’articolo in questione.
      Leggevo che l’assetto migliore sul phantom speed 95 è quello con doppio elastico da 14 con asta da 6.25, ma l’asta è quella da 130 o andrebbe bene anche da 125?
      grazie.
      Buongiornata

  2. mytom scrive:

    Altra cosa: tempo fa lessi qualcosa circa il fatto che il phantom flette. Ossia, se appoggiato da qualche parte e esercitando una forza con la mano nel centro del fusto la flessione è avvertibile. La Mares disse che la cosa era voluta…
    E’ sempre così?

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao tom, adesso che ho 3 phantom posso dirti che la notizia è falsa. Avevo infatti letto che alcuni utenti si lamentavano del fusto imbarcato, poi ho capito perchè, cioè tirando gli elastici si nota che al centro sono più sollevati dal fusto, quindi visivamente sembra piegato ma non è così perchè provando a pigiare l’asta si può notare che è completamente appoggiata al guida asta.

      In pratica pare che la forma del fusto al centro è leggermente più bassa, creando quindi l’effetto ottico di imbarcatura, non so quanto questo è stato voluto ma avere gli elastici leggermente sollevati dal fusto secondo me è un vantaggio per la mancanza di attrito.

      • Luca scrive:

        ciao ivan sono luca ed ho appena comprato il phantom 95 speed…ho fatto un allestimento con asta torsion salvimar con due gomme progressive con fattore 3.5 e ieri sera in acqua mi sembrava che il fucile si imbarchi…fugando ogni dubbio…oggi vado dal mio amico commerciante e cambio il mezzo grazie per avermi ascoltato

        • ivan.palumbo scrive:

          Non hai detto che elastici hai usato, a me con il doppio 14mm al 3,5 non ho riscontrato flessione.

          Comunque il sistema è semplice, non guardare il fusto, prova a tastare l’asta, se il fusto è piegato ci dovrebbe essere un gioco apprezzabile verso il centro dell’asta.

  3. fabio famà scrive:

    Ciao ragazzi, in effetti, anch’io qualche tempo fà lessi su una rivista la stessa cosa che sapeva Mytom, cioè che la MARES dichiarava espressamente di avere realizzato proprio per scelta progettuale, il Phantom con un fusto poco rigido in modo da assecondare la maggior parte degli appassionati, in quanto, secondo loro, un fusto più rigido “perdona” meno gli allestimenti estremi…
    Personalmente su questa teoria rimango totalmente scettico, in quanto un fusto rigido porta solo benefici riguardo potenza e precisione… (vedi fusti in legno di spessore generoso e monoscocca di fibra di carbonio). Mah?!?……..

  4. mytom scrive:

    complimenti Ivan, io pescate così me le sogno la notte.

    • ivan.palumbo scrive:

      Anche io tom, questa è stata una pescata eccezionale. Ho solo beccato il giorno giusto in un posto che conoscevo come le mie tasche.

  5. fabio fama' scrive:

    Bravo Ivan! Una bella pescata! Sarà stata anche una buona grigliata!!!

  6. mytom scrive:

    Il posto che conosco come le mie tasche ce l’ho, però sto ancora aspettando il momento giusto…

  7. Vipercarbon scrive:

    nulla da dire, bel test Ivan 🙂

  8. Vipercarbon scrive:

    a quando una prova col doppio da 16 e da 14,5 ?

  9. alessandro scrive:

    ciao ivan bello annuncio e bella pescata.
    quindi lo speed e un ottimo fucile da quello che deduco maaa non e leggero in punta?…..
    io non so se prenderlo nelle misure piu lunghe e fare un allestimento da doppio da 16 o 14 tu ke ne dici?
    xk nel mio hf 90 ho messo 20g di piombo nella testata xk prima era leggero in punta adesso invece e perfetto.

    • ivan.palumbo scrive:

      Con il 95 e l’asta da 6,5mm non c’è bisogno di aggiungere pesi sulla punta, invece sul 110 ho dovuto aggiungerli un piombino. Per gli elastici ti consiglio prima di provare una versione leggera, poi quando hai fatto l’abitudine aumenti gradualmente la potenza. Per ogni fucile ci vuole un po’ di tempo per fare l’abitudine, quando ti senti padrone allora ti puoi divertire con le varie configurazioni.

  10. alessandro scrive:

    ok grazie

  11. vincenzo vavalle scrive:

    ciao ivan bellissimo il tuo blog ti volevo chiedere come potrebbe essere allestito uno speed da 75
    ciao e grazie

    • ivan.palumbo scrive:

      Dipende dal tipo di pesca, siccome ad un 75 non possiamo chiederli di andare a 4mt gittata è preferibile invece configurarlo per essere micidiale nelle brevi distanze, quindi ti consiglio un’asta leggera da 6mm (o massimo 6,25mm) e un elastico circolare da 18mm lungo 45-46cm, magari fatto su misura con le legature in dyneema.

  12. ernesto .vetere scrive:

    Ciao Ivan volevo un consiglio , sono indeciso se prendere il phantom speed 95 o il cayman hf 95 . Io di solito faccio una pesca sotto costa ma siccome pratico spazzi aperti mi capitano prede grandi di sfuggita quindi vorrei essere anche preparato , premetto che sono alle prime armi comunque grazie e ciao

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao Ernesto, io ho entrambi i fucili e li trovo ottimi in maniera uguale.
      Non saprei veramente quale consigliarti, il mares mi piace di più esteticamente l’omer invece ha il congegno arretrato quindi a parità di potenza è di qualche centimetro più corto. Ho l’impressione di essere più preciso con il mares, ma forse è solo una questione psicologica. L’omer HF volendo si può trasformare in roller invece il mares no, a me non interessa ma è giusto dirlo. Il mares se lo urti non fa rumore invece l’hf rimbomba.

      Credo di averti ulteriormente confuso, quindi ti dico semplicemente di scegliere quale ti piace di più senza timore di sbagliare.
      Magari vedi pure i prezzi e decidi in base a questo.

  13. ernesto .vetere scrive:

    Grazie dei consigli , si infatti mi piace tanto il phantom e speravo che mi dicessi quello , a presto e complimenti per il blog lo trovo molto professionale ed istruttivo

  14. marco scrive:

    Ciao ragazzi, chiedo il vostro aiuto per capire se il problema si puo’ risolvere.
    Domanda:
    sapete dirmi come mai il phantom 95 con doppio elastico da 18 ,al primo foro ho messo l’elastico lungo48cm e al secondo foro l’elastico da 50cm, non riesce a reggere la forza di questi ultimi, quindi spara da solo non appena viene agganciato il secondo elastico.

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao marco, hai esagerato in configurazione, il doppio elastico da 18mm è troppo potente e ci vuole un fucile con il meccanismo di sgancio fatto apposta per quella forza.

      Comunque, fucile a parte, non capisco a che tipo di pesci aspiri, perchè ovviamente per un doppio 18mm ci vuole come minimo l’asta da 7mm, quindi parliamo di un’attrezzatura per tonni, ricciole, leccie di una certa mole.

      Ritornando al Phantom se vuoi provare una configurazione ‘pesante’ allora puoi provare il doppio elastico da 16mm, che comunque è già abbastanza potente per quasi tutti i pesci.

  15. marco scrive:

    🙂 grazie per il consiglio Ivan, ma gli elastici da sedici quanto dovranno essere lunghi? Speriamo che il meccanismo regga.

    • ivan.palumbo scrive:

      il doppio da 16 regge, l’ho già provata come configurazione, però una sola volta poi ho preferito il doppio 14mm perchè il doppio 16mm era troppo potente.
      Per la misura usa la pagina di calcolo del nostro sito, il link sta sul banner a destra.

  16. fabio famà scrive:

    Ciao ragazzi, volevo darvi un mio personalissimo parere su questo “problema” del meccanismo di sgancio del Phantom. Secondo me se un meccanismo di sgancio non trattiene un doppio elastico da 18, può essere pericolosissimo anche con un doppio da 16. Ivan, anche se lo hai provato, sono convinto che sia meglio restare su un monoelastico, sennò lo sgancio porebbe essere troppo precario. In molti altri arbalete, anche vecchi di vent’anni come alcuni che uso io, con un doppio da 18 (solo per prova, con un’asta da 7mm) si induriva un pò il grilletto, ma mai è partito un colpo…
    Ciao

    • ivan.palumbo scrive:

      Infatti la cosa mi suona di strano, a me non è successo mai questo problema ne con il phantom ne con altri fucili, anche se non ho provato il 18mm.

      Mi sta venendo il dubbio se il fucile del nostro amico non sia difettoso.

      • tullio scrive:

        Anch’io ho lo stasso problema con il phantom 75, non mi trattiene il doppio elastico (quello da 19 piu’ uno da 16). Ho smontato il meccanismo di sgancio ed é ok. Sarebbe utile se mares desse delle informazioni sulle configurazioni permesse…

        • ivan.palumbo scrive:

          la configurazione massima per i fucili commerciali è un doppio da 16mm, che inoltre è consigliata solo ai fucili progettati per questo carico, un 19mm + 16mm è esagerata per qualsiasi fucile.

          il phantom in particolare è un fucile ideato per essere preciso e non potente, io consiglio al massimo di installare un doppio 14mm oppure un mono da 17,5mm, non di più.

  17. matteo scrive:

    bella pescata ivan senti un po io ho il mares fhantom fv 75 se possibile vorrei fartelo vedere x qlk consiglio sull’allestimento
    il mio numero e 3271233768 ps sn di galatina

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao matteo, il mio mares 75 sta con asta da 6mm ed elastico 18mm da 46cm, senza mulinello. Lo trovo perfetto per l’agguato o l’inverno quando l’acqua è torbida, infatti molte spigole hanno provato l’efficacia di questo fucile.

      Una volta, per divertimento, ho provato a metterli un doppio elastico, configurazione assolutamente sbagliata perchè così non puoi sparare vicino perchè è troppo potente e neanche lontano perchè è solo un 75.

      Potrei darli un’occhiata, magari un fine settimana, in questo periodo sto incasinato per il lavoro.

  18. matteo scrive:

    ok io il pomeriggio sono sempre al katy bar dopo le 6 ps grazie in anticipo per la disponibilita a presto:)

  19. matteo scrive:

    ciao ivan oggi a gallipoli il mare era sottosopra xo una spigoletta da 250gr e venuta x 1 cena a lume di candela con me 😀

    • ivan.palumbo scrive:

      E’ stato un fine settimana terribile, questo maestrale ha rovinato tutto. Io non ho preso niente, la spigoletta da 250 l’ho vista ma non ho voluto invitarla a cena, speravo che uscisse qualcosa di più soddisfacente. Speriamo nel prossimo weekend, che finalmente gira lo scirocco.

  20. matteo scrive:

    spero propro di si domenica riuscivo malamente a tenere il fucile fermo ps se ti interessa a brevissimo sto comprando il cayman et 75 da alunni del mare lo danno a 155 euro 😀 speriamo bene

  21. LIGURE scrive:

    Prima di spendere 10 euro per un’elastico volevo porvi questo quesito :
    I miei 75 e 95 sono propio dei Phantom; uso sempre il primo foro ( partendo dalla punta del fucile ) ed aste Devoto ( hanno le tacche arretrate ) per guadagnare centimetri utili.
    Il 95 ora è allestito con asta da 6,5 doppia aletta lunga 135 centimetri, elastico da 18 lungo 56 centimetri e mulinello da 30; in questo modo il fucile è preciso e potente ( troppo per la mia pesca )ma decisamente poco brandeggiabile.
    Per i motivi sopra elencati uso molto il 75 con elastico da 16 lungo 46 centimetri ed asta da 6 x 115 che è preciso e molto brandeggiabile ma poco potente
    ( ho sempre paura di trovare un pesce sopra al Kg e non riuscirlo a passare ).
    Se il 95 lo allestisco con la sua asta originale ( 6 x 130 ) e compro un’elastico da 16,5 da inserire non alprimo ma al secondo foro partendo dalla punta del fucile, secondo voi con un pochino di pratica riesco ad usare il 95 per l’Agguato di superficie come adesso uso il 75 ?
    Secondo il mio ragionamento forse il brandeggio del 95 col nuovo allestimento dovrebbe migliorare e potrei avere più precisione, più gittata ed una potenza superiore al 75 ( ma non esagerata come ora ).
    Avete mai provato questo fucile in questo modo ? cosa ne pensate, vale la pena di provare e comprare l’elastico, o butto 10 euro perchè le caratteristiche del fucile rimangono quasi invariate e qundi conviene tenerlo come è ora ?

    • ivan.palumbo scrive:

      ciao ligure, intanto precisiamo che fucile ed allestimento sono due cose non necessariamente legate, quindi se hai il phantom 95 puoi allestirlo in diversi modi come qualunque altro fucile della stessa misura.

      Ti dico qual’è il mio allestimento preferito (che uso sul tuo stesso fucile), asta da 6,25mm (salvimar con perni tondi) 130cm ed un elastico da 18mm tagliato a 55cm con l’ogiva in dyneema e inserito nel primo foro (quello con la chiusura grigia), due giri di monofilo di nylon da 120 per completare l’opera.

      Questa secondo me è l’accoppiata perfetta un po’ per tutto, asta mediamente veloce e che buca quasi tutto, infatti la scorsa settimana ho preso una riccioletta da chilo con un tiro lunghissimo e centrata quasi a fine corsa della seconda passata di sagola, nonostante la compattezza delle carni della ricciola e il fatto di averla presa anche sulla spina dorsale, l’asta è passata per diversi centimetri oltre permettendo quindi all’aletta di fare il suo lavoro. Prima di sparare non credevo di avere successo a quella distanza, probabilmente fosse stato un pesce di 5kg infatti non sarei riuscito, comunque l’asta da 6,25 o 6,3 si comporta bene anche sui tiri difficili.

  22. fabio famà scrive:

    Ciao Ligure, scusa, se già hai riscontrato che con l’allestimento attuale il fucile è preciso e potente (visto che vuoi più gittata del 75), perchè vuoi cambiare? Con l’asta da 6mm, magari il fucile è più leggero e l’asta ha un minore impatto sugli scogli nella breve distanza, ma rispetto alla 6,5, avrai più velocità (nei primi soli due metri), ma minor gittata.
    L’elastico lo terrei sempre sul foro più distante, perchè la gittata è maggiore con un elastico dalla corsa, e quindi da un allungamento, maggiore. E’ sempre meglio (a mio parere) un elastico dalla corsa maggiore, che uno troppo tirato, ma dalla corsa inferiore. Per questo, a parità di fattore di allungamento dell’elastico, un fucile più lungo ha una gittata maggiore rispetto ad un fucile più corto…
    Inoltre (a parte il peso dell’asta), non credo che fra un elastico da 18 e uno da 16,5 ci sia molta differenza di brandeggio.
    Poi, come sempre diciamo, è bello anche provare tante soluzioni diverse…
    Ciao.

  23. LIGURE scrive:

    Si è vero scusate mi sono espresso male.
    Con l’allestimento originale ( asta 6 x 130, elastico 19 lunghissimo ) ho padellato praticamente tutto per tornare a casa sconsolato, senza cena e con l’asta da 6 spuntata; con asta 6,5 x 135 ed elastico da 18 la precisione mi sembra buona ma al primo tiro contro un salpone l’asta dopo aver trapassato completamente il pesce è andata a disintegrare la punta contro degli scogli a quasi 2 metri dal salpone che già era a 2 metri dalla punta dell’asta prima di scoccare il tiro.
    Per questo come dice Fabio volevo provare con un’allestimento leggero per diminuire la probabilità che la punta dell’asta sparisca al primo tiro magari guadagnando più velocità e brandeggio.
    Impugnare un 95 ti fa sentire pronto a qualsiasi incontro, mentre col 75 ( che è forse per il momento il mio fucile preferito ) hai sempre la paura di non riuscire a trapassare tutto quello che vuoi.
    Ragazzi io provo !, male che vada lo richiudo nell’armadio più convinto di prima.

  24. LIGURE scrive:

    Scusate se vi disturbo ancora ma se posso vorrei usufruire ancora della vostra esperienza : Ho appena comprato al Decathlon l’elastico top energi 16,5 da 54 centimetri ( misurato è 56 centimetri )da inserire nell’ultimo buco come dice Fabio; purtroppo mentre stavo limando la punta spuntata dell’asta originale da 6 mi sono accorto che è piegata ( maledetto elastico da 19 e mie padelle ).
    Devo purtroppo comprare un’asta Devoto da 6 nuova, usufruendo dell’asta da 6,5 x 135 Devoto ho misurato la distanza asse foro elastico – ultimo perno di aggancio che è di 95 centimetri; secondo voi è meglio un’asta da 130 o un’asta da 135 ? ( Forse con la 135 si mira meglio ).
    Il dubbio mi è venuto guardando i fucili della Totem Sub, il Pelagos 100 è lungo esattamente come il nostro 95 ( 122 centimetri senza asta ), e la distanza foro – perno è di 96 centimetri; Fabrizio lo ha allestito addirittura con una 6,5 x 140 ed elastico 19.
    Scusatemi ancora prometto che è l’ultima domanda.

    • fabio famà scrive:

      Personalmente, su due miei fucili (i vecchi T20 OMER, che dalla testata all’ultimo perno o tacca sull’asta (non uso il circolare, ma la classica coppia avvitata)misurano 96 cm, uso sempre un’asta da 140 cm ed elastico da 19mm. Ne ho uno allestito con asta da 6mm e uno con asta da 6,5mm. Io preferisco sempre che l’asta sporga abbondantemente, come hai detto tu stesso, per avere un puntamento migliore. Quindi io, in base al mio modo di pescare, ti consiglierei la 135 o addirittura la 140…Ma considera che tutto è soggettivo. Molti pescatori,infatti, si trovano bene con aste più corte, rispetto alla misura del fucile…

  25. LIGURE scrive:

    Ottimo, allora asta da 6 monoaletta x 135 centimetri.
    Grazie Fabio, complimenti ancora per il sito siete i migliori !

    • fabio famà scrive:

      Volevo precisare, per correttezza, che il merito del sito và esclusivamente a Ivan e Mytom, oltre agli altri autori. Io facevo parte degli autori. Da un pò, non più. Ora sono un utente come te. Ciao

      • ivan.palumbo scrive:

        permettetemi di aggiungere che una parte del merito va anche a fabio e a tutti i lettori.

        comunque, ligure in alternativa all’asta da 6mm ci sono anche quelle da 6,3mm e 6,25mm che si pongono a metà strada fra prestazioni e velocità rispetto a quelle da 6,5mm.

  26. LIGURE scrive:

    Con il 75 mi trovo a meraviglia pescando al Razzolo cioè praticando l’Agguato di superficie e la pesca in Tana, tuttavia ora voglio provare a modificare la mia attrezzatura e renderla più selettiva; questo per cercare di fare carnieri più consistenti e variegati. Obbiettivo finale :
    Allestire il 95 per avere un fucile più preciso e prestante del 75 da utilizzare solo al libero, e solo successivamente se riscontro benefici e vantaggi nella pesca al libero col 95 rispetto al 75 comprare un’arbaletino 45 con fiocina da attaccare alla boa solo per pescare in tana.
    In questo modo continuo a pescare sia al libero che in tana ma con 2 fucili specifici invece che uno solo tuttofare. Mah… proviamo ! speriamo sia una cosa buona e non una stupidata.

  27. LIGURE scrive:

    Mi faccio fare degli elastici su misura al 3.2 con gomme Alemanni.
    Intanto che sono nelle spese proverò anche l’asta da 6,3 con elastico da 18 come dice Ivan, e riprovo asta 6,5 con elastico da 18 ma questa volta Alemanni :

    1)Prova 1 = Asta da 6 x 135 elastico 16.
    2) Prova 2 = Asta da 6,25 x 135 elastico 18.
    3) Prova 3 = Asta da 6,5 x 135 elastico 18.
    4) Prova 4 = Asta da 6,5 x 135 elastico 20 (curiosità).

    Grazie ancora ragazzi, ora è meglio che mi metta a pescare; tra un mese o 2 dopo tante pescate ( spero ) vi farò sapere come è andata a finire.

  28. LIGURE scrive:

    Ragazzi il Phantom 95 con elastico da 16 ed asta da 6 è veramente preciso,la potenza è diminuita rispetto all’elastico da 18 con asta da 6,5, ma ora il fucile è più leggero e preciso e la punta dell’asta non si spunta nel bassofondo.
    Ho sparato ad un Salpone a 3 metri dalla punta dell’asta ( tiro impossibile col 75 )insagolandolo, ed ho padellato diverse volte colpendo anche gli scogli senza spuntare la punta dell’asta ( mi sembrava di avere il 75 ).
    Infatti ero talmente soddisfatto del risultato che ho provato a tirare anche in una tana già frequentata numerose volte col 75 senza conseguenze, ma col 95 anche se allestito leggero ho spuntato subito l’asta !.
    Per questo ho cominciato ad usare un Seatec Junior 45 armato di fiocina 5 punte micidiale in tana e per i Polpi.
    Concludo col confermare che il 95 al libero ( con almeno 4 metri di visibilità ) risulta più prestante del 75, bisogna solo prendere confidenza col maggior ingombro; ma diventa necessario a mio parere portarsi anche un corto per pescare in tana e quindi impostare un’intera battuta di pesca al Razzolo ( Tana, Agguato e Aspetto ).

    • ivan.palumbo scrive:

      Grazie per il tuo contributo, con questo commento confermi la mia regola che non esiste una configurazione globale e buona per tutti, ogni pescatore in base al proprio stile e luogo adatta la propria attrezzatura.

      Infatti il pescatore soddisfatto è proprio quello che raggiunge il suo “stato dell’arte” e il carniere ambito grazie alle prove personali e non hai “sentito dire”.

      Se ti trovi bene così, procedi tranquillo e non ti curare di chi ti dice che stai sbagliando. Sicuramente con il tempo e altre prove, apprezzerai le differenze di allestimenti più performanti.

  29. LIGURE scrive:

    Grazie a voi; devo ancora provare la tua configurazione Ivan : e cioè asta da 6,25 ed elastico da 18.
    L’unica cosa è che aumentando il diametro degli elastici e dell’asta si ottiene più gittata, potenza e penetrazione ma la precisione diminuisce.
    Con questo allestimento leggero ( battezzato da bassofondo )l’asta parte veloce e c’è comunque più potenza, gittata e precisione rispetto al 75; l’unica cosa è che non potendo disporre di prede di mole non riesco a valutare l’efficacia di questa configurazione in situazioni di emergenza come l’incontro con un Branzino da 5 Kg o addirittura la Lecciona da 10 Kg.
    Un pescatore esperto mi ha detto che nella mia zona se imposto a settembre e ottobre delle pescate al calasole l’incontro con la Leccia diventa molto probabile soprattutto in pochissima acqua e che io non ne ho mai viste perchè pesco alla mattina….che dire speriamo di utilizzare il mulinello a settembre e ottobre.

  30. LIGURE scrive:

    Essendo un cultore del monoelastico, concludo dicendo che a mio giudizio se si pesca con un solo fucile tuttofare i fucili da 75 – 80 con tahitiana sono imbattibili.
    Se invece si ha la possibilità di trasportare almeno 2 fucili allora è meglio armarsi di un corto con fiocina per la tana ed un lungo da 90 – 100 con tahitiana per il libero allestito in base alle prede, al fondale ed alla visibilità; ciao a tutti.

  31. vix79 scrive:

    ciao posseggo anche io un phantom da 75 e volevo allestirlo con elastico da 18 e asta da 6,25 il problema è che al negozio da dove dovrei acquistare l’asta c’è sono la lunghezza 110 e 120 e non 115 quale lunghezza tra queste due mi consigli di prendere. grazie mille

  32. vix79 scrive:

    ok grazie del consiglio 🙂

  33. playjamb88 scrive:

    ciao ivan sono un nuovo iiscritto…sono arrivato al tuo blog googlando e sono veramente contento di averlo trovato…è un bellissimo blog semplice ma allo stesso tempo amichevole e molto tecnico e professionale…vorrei porti il mio quesito…ho trovato a un negozia qui a taranto nel mio paese questa offerta: FUCILE MARES PHANTOM SPEED MIS 75 + ELAST. CIRC… in più dice: INCLUSO NEL PREZZO
    OLTRE A QUELLO IN DOTAZIONE….
    ELASTICO CIRCOLARE LATEX AMERICANO SEAC D. 17,5 AMBRA CON OGIVA IN DYNEEMA + PRONTO PESCA ( 30 METRI DI SAGOLINO 2 MM GIA’ INBOBINATI SUL MULINELLO E MANDATA I NYLON ). a solo 129€…che ne pensi?come configurazione è buona? io pratico pesca sottocosta però sto cercando di prendere più esperienza per puntare a qualche altra tecnica…te che ne pensi?

  34. bianco piero scrive:

    salve Ivan, sono un nuovo iscritto e anche io possiedo un phantom 95fv acquistato a luglio dopo tanti anni di omer t20 e mb30 in varie misure e con grande soddisfazione. Devo confessare che il primo impatto con questo fucile, scelto con piacere e sicuramente dalla linea accattivante è stato devastante, tanto che dopo alcune uscite in sardegna ,dopo aver padellato di tutto, anche se di modeste dimensioni, lo ho messo da parte per utilizzare un più amichevole ed efficace cressi geronimo 90 con mono elastico da 17,5 che mi ha ridato fiducia nelle mie capacità.
    Rientrato a casa,in Puglia dopo le vacanze ho affrontato di petto la situazione e sto cercando in tutti i modi di “fraternizzare “con il mostro.
    il fucile e settato con doppio elastico da 16, ho sostituito la asta da 6,5 con una Devoto da 6 e ha doppia mandata di filo. Ho riscontrato una diversa maneggevolezza del fucile rispetto ai tubi tondi degli arbaletes fino ad oggi utilizzati,e fin qui va bene, ma quello che mi sconvolge è che davvero mi sembra poco preciso e soprattutto con questo assetto “spara da solo”,più volte mi è partito un colpo solo per aver sfiorato il grilletto tanto che sto cercando di abituarmi a mettere l’indice non sul grilletto ma sull’affusto. Non mollo e vorrei provare altri assetti sono indeciso se passare ad un doppio 14 o ad un mono ma non saprei di che diametro:17.5-18-19. Cosa mi consigli e soprattutto pensi che variando assetto possa diventare anche più sicuro il grilletto?
    grazie della tua risposta e davvero complimenti per il tuo sito e il tuo blog davvero coinvolgente ed efficace

    • ivan.palumbo scrive:

      Ciao Piero, il phantom ha un meccanismo di scatto molto sensibile, un dettaglio che a me piace molto però diventa un problema con le configurazioni più potenti.

      Comunque io mi trovo benissimo, anzi per la mia esperienza è uno dei fucili più precisi dell’arsenale, non ho mai pensato di attrezzarlo con il doppio 16 perchè è una configurazione troppo potente per usarlo anche all’agguato, meglio destinare questo livello di potenza ad un fucile più “massiccio” come quelli in legno ed esclusivamente per i tiri al libero.

      Invece sul mio ho trovato azzeccatissimi i seguenti allestimenti:
      – asta SigalSub da 130cm per 6,25mm con tre perni, monoelastico da 18mm di tipo progressivo tirato al 3,3 fatto su misura con l’ogiva in filo d’acciaio.
      – in alternativa mantenendo la stessa asta, doppio elastico da 14mm tirato al 3,4.

      Frai i due preferisco il monoelastico per mantenere un ottimo brandeggio e usarlo anche sulle distanze corte, invece con il doppio 14 lo puoi usare anche in tana sgancianciando uno dei due. Ho comprato di recente un elastico mares nero/ambra da 19mm, lo proverò nel prossimo fine settimana proprio sul phantom e ti farò sapere.

  35. LIGURE scrive:

    Il Phanton 95 è un fucile molto preciso e valido per tutte le tecniche al libero, con asta da 6 ed elastico da 16 è ottimo per una tecnica mista di agguato e aspetto nel bassofondo; con elastico da 17,5 ed asta da 6,3 è buono per andare a caccia di tutto, mentre con elastico da 19 ed asta da 6,5 diventa un fucile molto potente.
    Veramente un buon fucile !
    Ho una domanda forse un pochino stupida : sparando sia col Fv 75 ( asta 6 x 115 elastico da 16 ) che col Fv 95
    ( asta 6 x 135 ed elastico da 16 )ho notato un notevole incremento di precisione a favore del 95 ( per il momento non ho provato su bersagli fissi ); ma è possibile che a parità di allestimento 20 centimetri in più garantiscano tutta la precisione da me riscontrata ?, oppure è stata una mia impressione ?

    • ivan.palumbo scrive:

      Mi sembra normale, più è lungo il fucile e meglio riesci a puntare, inoltre è anche più pesante quindi “balla” di meno al momento del tiro.
      Invece, al contrario, aumentando la lunghezza riduci la capacità di brandeggio.

  36. bianco piero scrive:

    grazie delle dritte, ti faro sapere ,
    ps
    dove reperisci le aste sigal da 6,3, in zona Bari e dintorni ho difficoltà a trovare aste con perni e di questo diametro.

  37. LIGURE scrive:

    Ci sono anche le aste Salvimar da 6,25 sia mono che doppia aletta da 130 o 135 Centimetri di lunghezza, e le gomme Salvimar da 16, 18, 20; i prezzi sono molto buoni.
    Aggiungo anche un’altro fattore a favore dei fucili Mares Phantom :
    Io ho la pessima abitudine di riporre i fucili subito dopo la pescata nell’armadio di plastica dedicato all’attrezzatura da pesca senza risciacquo.
    Veramente pessima abitudine che mi è costata tanti bei fuciletti di svariate marche famose che dopo qualche mese si sono rivelati malfunzionanti perchè alcuni particolari ( sganciasagola ecc.. ) si erano ossidati.
    I Fv 75 e 95 sono indistruttibili, non hanno mai visto l’acqua dolce e funzionano come nuovi sempre! per questo sono molto interessato anche al Fv 55 da abbinare ad asta filettata e fiocina Speed 4 dopo che un’altro bel fuciletto ha fatto la medesima fine.

  38. Pietro85 scrive:

    ciao ivan, sempre riguardo al mio fv (95), se invece decidessi di metterci un elastico da 19 di che lunghezza lo dovrei prendere?… poi avrei trovato degli alastici al metro da 15 mm della salvimar (nel caso dell’opzione doppio elastico) possono andare??

    • ivan.palumbo scrive:

      ciao pietro, l’elastico da 19mm è abbasta impegnativo da caricare quindi ti consiglio di non scendere sotto i 60cm, poi dipende dalla tua forza.
      Invece il doppio elastico di tipo sottile è consigliato per avere un buona potenza e facilità di caricamento, e con questi puoi usare fattori fino al 340%.
      Comunque per le misure esatte, usa la nostra pagina di calcolo.

      • giuseppe scrive:

        ciao ivan sono quello che ti ha scritto qualche giorno fa, per un tuo buon consiglio sul mio phantom 75. ti dicevo la volta scorsa che siccome uso un’asta filettata da 7 mm con sistema k4 cioe sia che uso con fiocina o con la semplice aletta di serie. ho fatto un po il calcolo della misura degli elastici, ma volevo un consiglio da una persona piu esperta. che ne dici, visto non sparo in tana, andrebbe bene un elastico da 18 calcolando anche l’asta da 7mm piu pesante della 6 mm. io volevo mettere gli elastici nel foro piu avanzato. prendendo la misura dal 2 foro alla tacca piu arretrata dell asta mi da 76 cm. la testata è di 2 cm. e la mia ogiva è di 7 cm. il calcolo mi da con fattore 3.3 la lunghezza degli elastici di 43 cm. tu che ne pensi. ciao e scusami ancora del disturbo.

  39. Gianco scrive:

    Almeno un briciolino di vergogna per chiamare spigole ed orate quei polveri avannotti a cavetto, più piccoli di un guanto, no?!?

    • ivan.palumbo scrive:

      Carissimo Gianco, ammetto che le prede non erano di particolare vanto, ma credimi a marzo dalle mie parti è un miracolo uscire con qualcosa di importante. Tuttavia permettimi di aggiungere che la foto non rende giustizia, invece dei guanti (che sono i giganti invernali) prendi il lungo fucile come riferimento. Togliendo il tordo e la salpa (presi per accontentare mio padre e la sua passione per il sugo), il resto delle prede sarebbe stato tranquillamente ammesso in caso di una gara, non li ho pesati ma ad occhio sono dai 400 ai 900 gr caduno, non esulto ma neanche mi vergogno di questo.

      Comunque, ho modificato l’articolo e ho aggiunto due altre catture più onorevoli fatte con il Phantom, spero con questo di essermi salvato dal tuo giudizio.

  40. LIGURE scrive:

    A me sembrano tutti dei bei pesci !!… e mi sembrano anche molto buoni ! ( mi viene fame solo a guardarli in foto ).. complimenti Ivan !.

  41. tonino scrive:

    ciao ragazzi ho comprato il phantom speed 95 e quando lo caricato ho avuto l’impressione che il mio fucile diventasse un po a banana mi sbaglio appure e stata soltanto un mia impressione ?

    • ivan.palumbo scrive:

      ciao tonino, è solo un effetto ottico dato dalla forma del fusto.

      ho spiegato anche in altre occasioni questa falsa credenza, se provi a tastare l’asta in diversi punti ti accorgi che è appoggiata sempre sul guida asta, questo vuol dire che il fusto non si è piegato.

  42. vincenzo scrive:

    ciao su un phantom speed 95 quale misura per il doppio elastico con asta bdi serie?? per avere una ottima resa?? lo so domanda da 1.000000 di dollari sono un neofita ma non tanto ho pescqto prevlentemete sempre in tana con fucili max 55 partendo dallo storico miniranger thecni ora sono arba bella storia ma vorrei avere informazioni sulla lunghezza elastici singoli e doppi grazie di tutto un salutone

  43. Alessandro scrive:

    Ciao Ivan, vista la ottima offerta trovata sul sito seaand more, phantom carbon 95 ad euro 69,90 completo di muli e visti i tuoi pareri positivi su quest’arma ho deciso volentieri di acquistare il phantomino! Ancora non mi è arrivato, volevo chiederti se il carbon viene fornito di serie con asta da 6 o da 6,5..ad ogni modo ho pensato di acquistare asta sigal da 6,25 e mono elastico sigal reactive brown da 17,5 tagliato a circa 54, 55 cm, ho fatto un calcolo sul tuo ottimo programmino e risulta essere a fattore 3,4-3,5 di allungamento! Potrei settarlo secondo il tuo parere così? Come lo vedi questo elastico per questo fucile? Io non l’ho mai usato ma ne ho sentito parlare bene! Considera che pesco prevalentemente pesce bianco partendo sempre da terra a quote che non superano mai i 10, 12 metri max!
    Grazie anticipatamente per la risposta e di nuovo complimenti per il blog molto utile

  44. Alessandro scrive:

    Il phantom carbon è arrivato…primi pareri dopo averlo toccato con mano! Il fucile nel complesso mi ha fatto una gran bella impressione, la testata mi piace davvero tanto, possibilità di alloggio del circolare singolo, possibilità testata più lunga per il doppio, possibilità di renderla chiusa con elastici in linea! Mulinello spiro niente male, fucile abbastanza leggero e sempre anche aver un buon brandeggio..l’asta ho verificato ed è una 6,5 quella in dotazione con il carbon, non saprei qualitativamente com’è, primo difetto l’elastico che mi sembra molto lungo e non un granchè! Resto in attesa Ivan per un tuo parere sul settaggio con asta 6,25 ed elastico sigal reactive brown da 17,5 tagliato a 54 cm a fattore 3.4, oppure eventualmente la soluzione del doppio sigal da 14! Alla fine pagato così pronto pesca ad euro 69,90 anche con il dynema nel mulinello credo che qualità prezzo senza rivali!

    • ivan.palumbo scrive:

      come sempre, asta ed elastici di serie vanno messi da parte se si vuole ottimizzare il proprio fucile.

      a questo punto ti consiglio la mia configurazione preferita:
      – asta sigalsub 6,25mm monoaletta con i perni
      – soluzione a: monoelastico da 17,5mm, ogiva in dyneema, calcolato al 320%
      – soluzione b: doppio elastico 14mm, ogiva dyneema, calcolati al 330% (la mia attuale conf. sul phantom 95)

      come vedi io non esagero in fattore perchè preferisco un fucile facile da caricare perchè è più divertente, e inoltre non voglio precludere l’opportunità di sparare da vicino.

      • giov scrive:

        Ciao salve!
        Posseggo un phantom 95 carbon.
        Lo allestito esattamente come dici tu nella soluzione b
        E cioè col doppio sigal 14, 5 a 340% con asta sigal 6, 25
        Premetto che Ho ottenuto risultati soddisfacenti
        Però adesso volevo provare la configurazione con mono 17, 5.
        La mia domanda è: su questa confiurazione conviene montare la testata dedicata per il mono?
        Oppure lasciare quella per il doppio?
        Con la prima la corsa utile e 92 cm
        Con la seconda invece 94cm
        Cambierebbe qualcosa?
        Tu come hai fatto?

        • ivan.palumbo scrive:

          Al mio la testata non si cambia, comunque lascialo così e metti il mono elastico. Meglio 94 di 92.

          • giov scrive:

            Ti ringrazio. Seguiro il tuo consiglio.
            Un ultima domanda:
            che tiraggio mi consigli sul 17, 5?
            320 o 330?
            Per gestire il rinculo sarebbe opportuno mettere quanti gr di piombo?
            Sul 110 ho letto che lo hai aggiunto quanti gr sono?
            Dove di hai fissati?

          • ivan.palumbo scrive:

            dipende dal tipo di elastico, comunque è meglio fermarsi a 320%.

            ho aggiunto un piombo nello spazio a forma di triangolo alla punta del fucile, ho usato un piombo da pesca e l’ho tagliato, battuto e limato fino a quando non sono riuscito a darli la forma di quel triangolo.

  45. Gianni scrive:

    Ciao Ivan mi puoi aiutare tra un Phantom Carbon 95 ed un 110 (allo stesso prezzo) cosa mi consigli visto che ho già uno Snake 80? Grazie.

  46. Biagio scrive:

    Ciao Ivan, i miei complimenti: il tuo blog è un piacere da leggere, oltre che essere ricchissimo di informazioni!

    Io sono un appassionato del mare e vorrei cominciare a pescare.
    Finalmente mi sono trasferito a vivere in una città di mare (Trieste) dopo avere sempre vissuto a Milano e non mi pare ancora vero di potere andare al mare quando voglio!
    Ti scrivo per un consiglio semplice: in questi tempi di crisi, sto cercando un fucile per cominciare. Qualcosa di semplice, che non costi una fortuna.
    Mi stavo orientando verso il Phantom, ma non so decidere tra la versione da 75 e quella da 95.

    Vorrei una soluzione che sia la più versatile.

    ciao

    • ivan.palumbo scrive:

      Tutti i pescatori con qualche anno di esperienza ti possono confermare che il 75 è l’ideale non solo per cominciare, ma sarà un fucile sempre utile in mille occasioni. Ad esempio io porto sempre con me due fucili, uno lungo e allestito più potente (per l’aspetto con l’acqua limpida) e un 75 che lo uso per l’agguato o l’aspetto con una visibilità più ridotta.

      Inoltre se nel corso dell’anno il fucile più lungo ha bisogno di continue regolazioni, il 75 è sempre perfetto così comè.

      Approfitta ora, che vendono il Phantom 75 completo di mulinello a un prezzo buonissimo.

  47. Alessandro scrive:

    Ciao Ivan,
    ho avuto un piccolo problemino con il mio phantom carbon 95 che ho comprato da poco come specificato post addietro! Praticamente dopo aver fatto 4-5 pescate senza problemi mi sono ritrovato ieri dopo l’ultimo tiro ad aver spezzato lo sgancasagola a destra (quello grigio per intenderci), evidentemente la sagola è rimasta bloccata e lo sganciasagola si è spezzato al mometo del tiro, ovviamente non sono riuscito a ritrovarlo! Come posso ovviare a questo inconveniete secondo te? Ho visto sul lato sinistro che vi è un secondo sganciasagola bloccato con una vite, secondo te posso utilizzare quello magari svitandolo e sollevandolo verso l’altro?

    • ivan.palumbo scrive:

      credo di no, prova a chiamare il negozio “sea and more” perchè loro hanno diversi ricambi, nel frattempo dell’arrivo del pezzo nuovo puoi usare i morsetti a coccodrillo per continuare a pescare.

  48. Soledoro scrive:

    Egregio Ivan, vorrei utilizzare il Phantom 95 con asta 6,5 lunga 130 ed il suo circolare originale 65 in quanto da un primo contatto a terra l’elastico mi è sembrato abbastanza ” tosto”. Nel tuo test del Phantom 95 non trovo il parere di come si comporta con l’elastico originale da 65 poichè mi sembra di aver letto che lo hai subito sostituito giudicandolo a priori troppo lungo. Hai fatto successivamente questa prova? Se sì cosa ne pensi? Comunque volendo provare ad usare il circolare originale e all’impiego ,non trovandolo rispondente alle aspettative di precisione distanza e penetrazione,a tuo emerito giudizio a quanto pensi occorrerebbe portarne la lunghezza?Appena acquistato l’arba in questione ,seguendo alcuni suggerimenti ho subito sostituito l’elastico con uno di 18 superlatex, morbido eccetera eccetera che avrebbe dovuto fare faville, invece sono rimasto deluso poichè è sì preciso ma poco penetrante.Una orata di 300-400 grammi ,centrata, si è fermata a metà aletta, e dire che c’era una passata di filo, 3 metri circa più la lunghezza dell’asta . Ciao, attendo con vivo interesse una tua risposta.

    • ivan.palumbo scrive:

      Purtroppo il phantom ha di serie un elastico poco adeguato, da 19mm ma più lungo del necessario, se misuri con il metro vedrai che la distanza utile fra foro e ultima tacca è di 92cm quindi provando a calcolare la lunghezza necessaria per un elastico con fattore di 3,2 abbiamo (92 / 3,2 x 2) circa 58cm.

      A questo punto di consiglio due cose: cambia asta e usa una da 6,25mm (o 6,3mm) possibilmente con i perni invece delle tacche, e un elastico da 18mm (o 17,5mm) calcolato a 58cm di lunghezza.

      La mia configurazione attuale e preferita è asta Sigalsub monoaletta da 6,25mm e doppio elastico nero gimansub da 14mm con le ogive in dyneema, i tiri sono molto precisi e abbastanza potenti, se vuoi puoi copiare questa stessa configurazione anche cambiando la marca dei prodotti che ti ho suggerito.

  49. Alessandro scrive:

    Se posso essere d’aiuto darei una mia opinione, ormai ho acquistato il phantom è l’ho provato in diverse configurazioni! L’originale non va assolutamente bene, elastico lungo da 19 e anche tostino..l’asta ho sfruttato per un pò quella originale che non ho trovato male, essendo un patito del monoelastico, la configurazione attuale che ho trovato ottima è asta sigal da 6,25 e mono elastico sigal reactive brown da 17,5 54 cm, tagliato a 57cm, due passsate di nylon e va una meraviglia!

  50. Soledoro scrive:

    Ti ringrazio per l’ulteriore opinione, l’apprezzo molto.
    Volendo utilizzare l’asta 6,5 lunga 130 dotata di pernetti che in effetti è ancora dritta e che ha un suo costo che tutti ben sappiamo, quale elastico occorerebbe usare? In effetti anche io prediligo il monoelastico in quanto mi trovo un pò a disagio con il doppio causa il riarmo lento dovuto a ingarbugliamento tra sagola ed elastici.
    Due passate di nylon significano quasi 4 metri più la lunghezza dell’asta.Centrare e trapassare l’obiettivo ( preda) a questa distanza è sorprendente! Quindi devo dedurre che non è vero che questo arbalete , a detta di alcuni, si imbarca allorquando si montano elastici più tirati o che se il fenomeno si verifica esso non influenza la gittata e la precisione.

  51. Alessandro scrive:

    L’arba a mio avviso non è vero che si imbarca,parlo almeno per il mio carbon 95, io ho usato l’asta di serie da 6,5 con l’elastico sigal reactive da 17,5 tirato al 340% e con doppia passata perchè mi sono accorto che tirava diverso fino del mulinello, con l’asta da 6,25 ho guadagnato in velocità!

  52. Soledoro scrive:

    Molto bene, vuol dire che il Phantom potenzialmente, in considerazione delle prede da insidiare, è un’ottima scelta allorquando è ben settato. Non resta che mettersi all’opera per reperire il materiale giusto.

    • ivan.palumbo scrive:

      la configurazione di alessandro è giustissima e te la consiglio, il mio 95 è stato come il suo per molto tempo e andava benissimo, poi mi piace sperimentare quindi l’ho portato a doppio 14mm.

  53. vincenzo scrive:

    ciao Ivan volevo una informazione se possibile, su un phantom da 95 con asta da 130 si può diminuire la lunghezza asta senza scompensare la resa del fucile avendo monoelastico omer da 18 tagliato a 56 con ogiva in dyneema??
    grazie e Saluti

    • ivan.palumbo scrive:

      Bisogna provare, più corta della 130 è la 125, ho il dubbio che l’aletta capiti proprio sulla testata e questo non è bellissimo. L’asta più corta comunque non da problemi di tiro, secondo me il problema è solo di puntamento, cioè quando la misura è giusta è più facile inquadrare la preda.

  54. Alex scrive:

    Ciao Ivan,
    ho ricevuto un Phantom Speed 95 in regalo ed ha un asta da 6,5mm con elastico 19mm/65cm (set up originale della Mares). Da quello che ho letto per questo fucile sarebbe ottimale un doppio elastico da 14-14,5mm (330-340%) con asta 130cm/6,25-6,3mm.
    Ma quale marca di elastici e asta?
    Elastici SigalSub, Antolas, Anaconda(Phatos)…?
    Asta Torsion Blade/Wired, o una normale da 6,3?
    Grazie

    • ivan.palumbo scrive:

      La mia configurazione preferita è asta da 6,25mm (monoaletta con perni e cono) e doppio elastico da 14mm (ogiva dyneema).

      Puoi usare qualsiasi produttore per reperire questi ingredienti: salvimar, giman, ecc. , per me sigalsub è il migliore sia come asta che elastici (opinione personale).

  55. Alex scrive:

    Grazie Ivan, seguiro il tuo consiglio e poi ti faro sapere.

    Qualcuno ha mai provato gli elastici di Rob Allen da 14mm? Ho trovato un rivenditore che li vende a buon prezzo e volevo sapere se qualcuno ha provato i Rob Allen.
    Grazie

  56. vincenzo scrive:

    halo una risposta per favore
    mille grazie

  57. Alex scrive:

    Ciao Ivan, ancora uno volta complimenti a te ed a tutti i lettori per le informazioni molto utili che ho trovato su questo sito.
    Sono un gran estimatore della serie FV della Mares e possiedo i modelli 55, 75 e da un mese anche il 95.
    I miei alestimenti:
    – FV55:
    1. asta 6,5mm filettata con fiocina speed e elastico da 18mm a 330%
    – FV75:
    1. asta 6mm con tacche e elastico 16mm a 320%
    2. asta 6,25mm con perni e elastico 17,5 a 330%
    3. asta 6,5mm con perni e doppio elastico 14mm a 320%
    – FV95:
    1. asta 6,25mm con perni e elastico 17,5 a 330%
    2. asta 6,25mm con perni, doppio da 14mm a 320%

    Porto sempre due fucili con me, l’estate il 55 e 95, l’inverno 55 e 75.
    Quando ti abitui al FV e molo difficile cambiare fucile. Ho provato moltissimi fucili, ma per me, la serie FV e una delle migliori.

    • Alex scrive:

      Dimenticavo, saluti dalla Croazia.

      ps. se qualcuno passa dalle mie parti, andiamo a fare una pescata…

      • ivan.palumbo scrive:

        Ci sono stato l’estate scorsa, nei pressi di Dubrovnik, gran bei paesaggi e la possibilità di trovare molte isole per la pesca.

    • ivan.palumbo scrive:

      Bravissimo, abbiamo le stesse configurazioni. Anche io sono un estimatore di questo fucile, che inoltre è quello con cui mi trovo meglio, non sbaglia mai un colpo.

  58. Soledoro scrive:

    Egregio Ivan, sul Phantom 95 con una passata di sagola non ci sono problemi con il monoelastico. Col doppio elastico , passando la sagola sempre allo stesso modo, spesso si ingarbuglia con gli elastici e non riesco a capire dove è l’errore. La cosa mi induce a perdere tempo prezioso per sgarbugliare e alla fine mi rende riluttante all’uso del doppio elastico anche su altri arba. In una risposta precedente dicesti che avresti postato un video per dimostrare il modo corretto di passare la sagola.Non so se lo hai poi fatto, potresti comunque descrivermi il modo corretto?
    Grazie, salutoni.

    • ivan.palumbo scrive:

      non so che dirti perchè a me va bene, la sagola ha un percorso obbligato quindi c’è poco da sbagliare.

      la sagola, dopo il giro in testata, ritorna allo sganciasagola passando sotto il fusto quindi non tocca gli elastici, non capisco come avviene il tuo problema.

      Appena posso faccio una foto al mio.

      • Soledoro scrive:

        Forse dipende da come si inserisce l’asta. Con l’arbalete munito di guida sulla volata e che quindi ha il percorso obbligato il fatto non si verifica, con il Phantom evidentemente sarà capitato di inserire l’asta dal di sotto, cioè infilandola di punta e lasciando la sagola al bando prima di fare le dovute passate. Occorre inserire l’asta come se fosse presente il ponticello sulla volata.
        Caro Ivan approffitto per chiederti un suggerimento sulla videocamera da montare sul Phantom. Le Midland 200 al momento non sono disponibili, mi conviene aspettare oppure me ne potresti suggerire qualcuna valida in alternativa altrettanto piccola e adatta all’uso che ne devo fare? Grazie per la tua disponibilità e gentilezza.

        • ivan.palumbo scrive:

          io ho la midland e mi trovo bene, comunque a settembre dovrebbe uscire la “intrapida HD” realizzata in modo specifico per la pesca sub, quindi ti conviene aspettare.

  59. luca scrive:

    salve io ho un beuchat da 114 e vorrei farmi gl elastici da solo ma nn so ne lo spessore ne la lunghezza o pure un mares da 95 e vorrei fare lo stesso dell altro ki mi puo aiutare grazie

  60. Soledoro scrive:

    Mi rispondo da solo. Ho capito dove si annida l’inghippo. L’asta non è spinta con velocità sufficiente, per cui gli elastici si ribaltano prima che la sagola si tendi interamente per tutta la sua lunghezza, e quindi la intercettano ostacolandone la corsa e aggrovigliandosi. Con un solo elastico non succede perchè la sagola di solito è più corta e la velocità è relativamente maggiore. Ergo per evitare l’ingarbugliamento occorre aumentare la velocità operando sugli elastici o effettuare una sola passata di sagola lasciando il mulinello lasco.
    Secondo te è così Ivan?

    • Alex scrive:

      Ciao Soledoro, anche io ho un Phantom 95, uso il doppio elastico e non mi e mai successo questo.
      Montaggio sagola Phantom:
      – la sagola scorre a sinistra a fianco l’asta poi passa sotto quella protuberanza triangolare, passa sopra l’asta e passa sotto quella guida curva sul lato destro dell’asta e da li dritta allo sgancia sagola per la seconda passata.
      Ma penso che il tuo problema non sia la sagola ma gli elastici. Forse non gli hai montati correttamente o forse non hanno lo stesso fattore di allungamento (per il doppio 14mm uso il 330%, per il doppio 16mm massimo 320% – ma e troppo potente e perderai di precisione).

      • Soledoro scrive:

        per il doppio 14mm uso il 330%, per il doppio 16mm massimo 320% – ma e troppo potente e perderai di precisione)

        Ciao Alex. Mi sembri ferrato. Hai dimenticato di dire che diametro di asta usi.6,25? con entrambi allestimenti?
        Spesso leggo che si usa il fattore di allungamento con discrezionalità; tu dici di usare il 330 per il diametro 14 e il 320 per il 16. Ma la domanda che mi pongo è questa: dipende dal nostro “gusto” scegliere il fattore? non è invece consigliato dal fabbricante? Mi dirai che il fabbricante consiglia il range ed in questo range noi scegliamo, è così?
        Grazie per il chiarimento. Ho provato alcune volte a fare come tu dici ma è successo che l’asta si è bloccata con grave perdita( di una preda si intende); comunque ci riprovo cambiando gli elastici nel senso da te indicato calcolando le giuste lunghezze secondo lo stesso fattore.Ivan consigliava fattore 320 per il 14, tu 330, che faccio la media?
        Approfitto , visto la tua disponibilità, per chiederti se hai montato la videocamera sul Phantom e se sì quale staffa usi.

  61. Alex scrive:

    Guarda, ogni elastico ha un fattore di allungamento massimo, poi dopo sta a te provare finche non trovi la tua configurazione preferita. Il mio consiglio e sempre cominciare con dei fattori di allungamento minori, provare come va, e pian piano accorciare gli elastici.
    Io uso solo il doppio 14mm con aste da 6,25mm, perche con la 6,5 il tiro e un po lento per me. Il doppio 16mm lo provato con l’asta da 6,5 ma ho avuto un rinculo troppo forte e non mi piace.

    Io normalmente non uso le videocamere sui miei fucili, ho provato un paio di volte (non con la Phantom), ma mi distrae troppo. Pensavo piu alla ripresa che al tiro. Ma mi ricordo che ho visto un paio di video a riguardo su internet.

    • Soledoro scrive:

      Il doppio 16mm lo provato con l’asta da 6,5 ma ho avuto un rinculo troppo forte e non mi piace.

      Si Alex, condivido in pieno il tuo giudizio che anche Ivan precedentemente aveva espresso in merito. Ho provato con gli elastici da 16 , ma la reazione o il rinculo è tale da far deviare il tiro, vanno bene sicuramente per prede di una certa mole che offrono una superficie più grande.Ma per il tiro mirato assolutamente sono da scartare. Non mi resta che provare con gli elastici da 14, se non sarò soddisfatto passerò all’arba in legno o al carbonio.

      • Alex scrive:

        Il Phantom e un fucile “leggero” e penso che deve essere sfruttato come tale. Cioe tiro veloce e preciso, senza rinculo. Per avere questo devi mettere un asta da 6,25mm e un doppio da 14mm o un mono da 17,5-18mm. Perderai un po sulla potenza e penetrazione a fine corsa, ma nei primi metri sara micidiale.
        Invece se vuoi un “cannone”, cioe potenza, devi andare su un arba in legno. Ma dipende cosa vuoi tu e che tipo di pesca fai.

      • ivan.palumbo scrive:

        il carbonio è duro ma più leggero dell’alluminio, per un fucile potente come il doppio 16mm è preferibile il legno.

  62. vincenzo scrive:

    ragazzi scusate la digressione all’argomento vorrei sapere se quancuno ha notizie certe sulla regolamentazione della pesca sub in francia precisamente a Hyeres nel senso se occorre un tesserino chi lo rilascia ecc. chiedo scusa per la domanda ma essendo un possessore di phantom 95 essendo il secondo anno che vado e mai nessuno sul luogo aveva eccepito nulla ho letto in vari forum un pò di notizie vecchie e confusionarie qualcuno sa qulcosa di certo?? Grazie 1000 a tutti e scusate

    • Alex scrive:

      Invia una email alla Federazione Francese per la Pesca Sub e chiedi direttamente a loro (fnpsa.secretariatfederal@orange.fr).

    • Soledoro scrive:

      Iscriviti alla FIPIA versando anche la piccola quota per l’assicurazione che in Francia è obbligatoria. Riceverai un tesserino con retro segnato i dati assicurativi. Con questo tesserino sarai in regola con la normativa . Penso che per Hyeres non cambi nulla allorquando ti sarai informato presso l’autorità portuale (alias Capitaneria di Porto) sulle zone praticabili come si fa per tutte le altre zone.
      Spero che Ivan non ci cassi, perchè stiamo usando il Blog come un forum.

  63. cristiano scrive:

    ciao Ivan io ho allestito il mio phantom speed 11 con il doppio da 16 reactive B. tagliati al 330% e provandolo mi sono accorto ke l’asta si alza al centro del fusto…te consigni una eventuale configurazione migliore?e con quali elastici?

    grazie 1000

    • ivan.palumbo scrive:

      Non guardare la posizione dell’asta, invece fai qualche tiro di prova e cerca di capire se riesci ad essere preciso. Può darsi che hai realizzato una configurazione molto potente e quindi hai difficoltà a gestire, in questo caso conviene provare la classica combinazione con asta da 6,25mm e doppio elastico 14mm.

      • cristiano scrive:

        capisco…domani proverò qualke tiro e vedrò…eventualmente gli elastici da 14 quali dovrebbero essere?sempre sigal?

        • ivan.palumbo scrive:

          qualunque marca va bene, se poi hai la possibilità di scelta allora prendi i sigalsub, ma non è importantissimo.

          • cristiano scrive:

            oook…perfetto!!!ripensandoci..e se portassi il phantom alla sua normale configurazione con un elastico da 19?magari sigal…o mares?ke ne pensi?

            grazie 1000

          • ivan.palumbo scrive:

            l’unico modo per capire è… sperimentare!!

  64. vincenzo scrive:

    help! help! help!

  65. vincenzo scrive:

    grazie mille Alex

  66. Luca scrive:

    Ciao Ivan, innanzitutto complimenti per il tuo blog. Ho da poco preso lo Speed 95 ed attualmente è ancora in configurazione originale. Mi solletica l’idea di montare un doppio da 14mm con asta da 6.25, ma sarei curioso di sapere “in anteprima” quali sono secondo te le prime e tangibili differenze che potrei notare.

    Saluti, Luca.

    • ivan.palumbo scrive:

      il mio speed 95 è allestito esattamente con asta da 6,25mm e doppio 14mm, dopo molte prove a mio giudizio è la migliore configurazione, non solo per il phantom ma per tutti i fucili di questa misura.

      il tiro è velocissimo, molto preciso, potente ma troppo (stende due giri di sagola) e si carica quasi con una mano.

    • Soledoro scrive:

      Ho provato il Phanthom in tutte le configurazioni e alla fine ho deciso di allestirlo con asta da 6 e monoelastico da 17,5 che non ho ancora però testato e comunque andrà lo terrò così per una pesca più “leggera”.Tra una prova e l’altra però mi sono dotato di un roller monoelastico che ho fatto allestire da nota ditta del settore e grande è stato il mio stupore alla prima prova poichè ero un pò scettico dopo aver letto tanti pareri discordanti. E’ potente e velocissimo, a tre metri e mezzo un tiro teso mai ottenuto con i normali arba commerciali e oleopneumatici da me usati.

  67. tonino scrive:

    ciao due settimane fa’ mi e venuta un fantasia di far diventare i mio phantom speed 95 un roller vi dico che divntato davvero potente ho montato gli elastici da 16 quelli delle c4 l’ultima versioni ed e veramente bello un difettuccio e che e diventata la punta del fucile un po piu’ pesante pero il fatto di nn avere un rinculo lo compensa io nn ci credevo che il roller nn avesse rinculo ma sono rimasto davvero stupito cmq chi lo vuol vedere ho publicato un video su you tube come lo realizzato

  68. tonino scrive:

    come si fa???????????

  69. LIGURE scrive:

    Ormai è passato più di un’ anno da quando avevo chiesto sempre su questa pagina consigli ad Ivan ed a Fabio sull’allestimento rigorosamente monoelastico del mio Fv 95 !! ma poi a causa delle difficoltà riscontrate a rifrequentare una zona che conosco bene ma più vasta, impegnativa e profonda del piccolo tratto di costa che ho sotto casa ( che frequento abitualmente col Fv 75 ) ho trascurato il Fv 95.
    Finalmente questa estate ( era dal 2009 che non la frequentavo più ) ho ricominciato a pescare nella famosa e selvaggia zona che dista 10 Km dalla mia abitazione ed ho usato più volte il Fv 95 ( con discreti risultati ) alternandolo al fido Fv 75 !
    Ho riprovato tutti gli allestimenti e tutte le tecniche al libero ( aspetto, agguato e caduta )! e da poco ho provato il famoso allestimento che mi aveva consigliato Ivan e cioè asta da 6,25 con elastico da 18 !; bene, l’ultimo allestimento è decisamente il migliore !, è molto preciso ma anche discretamente potente !!
    Al contrario non mi trovo benissimo con l’elastico da 20 e l’asta da 6,5 che trovo molto potente ma meno preciso rispetto alle altre 2 configurazioni ! ed inoltre sono molto soddisfatto delle aste Salvimar da 6,25 ( che costano “poco” ) ed anche degli elastici Salvimar da 18 ( anche questi economici )!
    Comunque credo che quest’arma sia “poco precisa” con l’allestimento più potente solo per il fatto che è leggera, infatti sono convinto che se fosse in legno risulterebbe super precisa anche con asta da 6,5 ed elastico da 20 !
    Ho dato un’occhiata alla stupefacente trasformazione in Roller di questo fucile eseguita da Tonino !! bellissima !!! complimenti !!…, sono curioso di sapere come spara e quali allestimenti sono stati adottati ! e se la struttura regge dato che si tratta di un fucile economico e leggero.
    Non me ne intendo di Roller ma per sentito dire credo che per quanto riguarda il Monoroller siano possibili 3 configurazioni dalle prestazioni esaltanti :
    1) Asta da 6,5 ed elastico da 14
    2) Asta da 7 ed elastico da 16
    3) asta da 8 ed elastico da 18

    • Soledoro scrive:

      Ho provato diverse configurazioni con il Phanthom e mi sembra che la più efficiente sia quella con l’asta da 6,25 e elastico da 17,5 o 18 come per altro suggerito da Ivan.
      Ma non ancora soddisfatto mi sono fatto allestire un roller su un fusto da 90 da una nota ditta specializzata di Modena e devo dire che non ci sono paragoni come tiro utile e potenza. Circa 4 metri di sagola, due passate, filano diritto in un lampo , senza rinculo e con strappo finale ,che è uno spettacolo. E’ un pò penalizzato il brandeggio, ma credo che utilizzando un fusto più adeguato anche questo problema sarà molto attenuato. Il sistema roller lo trovo geniale.

  70. LIGURE scrive:

    Asta da 8 elastico da 18 mi sembra esagerato, forse è meglio asta da 7,5 ed elastico da 18 ! boh…??… !
    Comunque l’argomento Roller diventa sempre più interessante !

  71. LIGURE scrive:

    Solamente un anno fa ( quando ero intento ad allestire il Fv 95 ) non sapevo neanche cosa volesse dire Roller !!, ora questa Parola esce dalla bocca di tutti i miei amici pescatori, credo che ormai sia l’oggetto del desiderio !!!
    Parlano tutti in modo maniacale degli Alemanni che sono armi veramente meravigliose e su questo non si discute, ma costano quanto un fucile mitragliatore d’assalto !!!!, per un Alemanni se ne va l’intera paga mensile di un operaio !!!
    Per pura curiosità ho dato un’occhiata a quello che offre il mercato oltre ai costosissimi Alemanni e
    non ho potuto fare a meno di ammirare il Seatec Roller misura 90 – 100 !, mi ricordo di averlo intravisto questa estate nel negozio di pesca che frequento abitualmente ma non gli ho dato importanza ! ( ero in piena stagione di pesca e nella mia testa giravano solamente Salponi e Cefaloni da mettere al cartoccio ) !!!
    Ora ho più tempo da dedicare allo studio dell’attrezzatura e trovo questo Seatec Roller molto interessante soprattutto per il prezzo “solo 250 Euro” ma purtroppo non ho ancora trovato nessuna recensione valida a proposito di questo prodotto e questo nonostante quest’arma sia sul mercato già da un po’ ( insomma non se ne parla molto ) !
    Non ho provato questo fucile ma a giudicare da quello che si vede dovrebbe essere un gran bel giocattolone !!, il fusto non è in legno ma sembra molto massiccio e robusto, l’ impugnatura sembra molto comoda e ben studiata ed il tutto ad un prezzo competitivo giudicando l’attuale mercato dei Roller; eppure sembra che questo fucile dal prezzo abbastanza umano sia rimasto nell’ombra ! perché ?? qualcuno di voi ne sa qualche cosa ??

  72. LIGURE scrive:

    La cosa che non capisco è come sia possibile che con tutta la voglia di Roller che c’è in questo momento un fucile apparentemente cosi ben fatto, allestito ed “economico” non sia stato apprezzato !!

    • Soledoro scrive:

      Egregio Ligure, ho letto e visto delle prove con questo arba che citi e sembra che tirasse basso forse per potenza non adeguata, a volte basta un piccolo dettaglio come lunghezza dell’elastico o diametro dell’asta non proporzionato a fare la differenza come tanti nostri amici più esperti ci dicono.
      Avevo un effesub da 110 che non mi dava soddisfazioni per cui l’ho riesumato e non avendo modo di provare un roller , come dicevo in un altro commento,l’ho fatto allestire perchè mi ero incuriosito dal sistema adottato.Come diceva Aiazzone, provare per credere. E’ probabile che un arba con doppio elastico sia egualmente performante, ma vuoi mettere la semplicità del monoelastico con un fusto dalla lunghezza contenuta? o forse l’economicità relativa rispetto ad un arba in carbonio monoelastico che senz’altro avrà le stesse prestazioni ma credo a lunghezza differente del fusto?
      Da diversi forum ,anche in altri campi, ho ricevuto spesso suggerimenti e pareri che ho molto apprezzato per la loro genuinità e veridicità, per cui quando si presenta l’occasione cerco di ricambiare testimoniando nel mio piccolo la mia esperienza.

  73. LIGURE scrive:

    Hai ragione, il fucile monoelastico è di una comodità e semplicità unica ! e credo che sia questa caratteristica che qualche anno fa ha fatto emergere l’Arbalete in un periodo dove i potenti pneumatici la facevano da padrone !

  74. Marco scrive:

    Ciao Ivan, online ho trovato un Mares Phantom Speed 95 a 115 euro. Come ti sembra ? Tu l’elastica che marca l’hai messo? Grazie e complimenti.

  75. elchicco scrive:

    ciao ivan mi puoi dire gentilmente se l asta della salvimar e la blade e se a l aletta sopra o sotto e se magari la potrei invertire e il calcolo lo devo fare contanto che il fucile e un 92 e non un 95 grazie in anticipo

    • ivan.palumbo scrive:

      Normalmente la salvimar produce aste con l’aletta superiore. Invertire l’aletta non è facilissimo, servono un po’ di attrezzi e un perno nuovo.

      Il calcolo lo devi fare prendendo le misure con un metro, non ti fidare mai di quello dichiarato dal produttore.

  76. elchicco scrive:

    ciao e grazie come elastici o usato i C4 da 14 come hai consigliato tu mi puoi dire che asta ai utilizzato tu nella tua configurazione e se il cono lo devo usare
    ti ringrazio per la tua disponibilita

  77. giov scrive:

    Ciao Ivan! 🙂
    Volevo allestire un phantom 95 carbon come descritto nel tuo articolo.
    Pero ho qualche dubbio… cioè:
    Ok ho capito l’asta giusta è da 6,25 salvimar x 130 cm monoaletta.
    Per quanto riguarda gli elastici io vorrei usare quelli tutti ambra… li uso da sempre e sono molto efficienti e mi trovo bene.
    Con questa tipologia di elestico, quale fattore devo usare? 333% 0 340%?
    Saresti cosi cortese da elencarmi le misure precise in centimetri degli elastici comprese le legature?
    Così è sicuro che non sbaglio una volta tagliati.
    Grazie anticipatamente.
    Complimenti per il blog!

    • giov scrive:

      Ciao. Differentemente da quanto ho detto. Sono riuscito a reperire i reactive brown da 14, 5
      Quale il fattore di allungamento idoneo? 330 o 340?
      Per non sbagliare potresti dirmi quanti cm devo essere gli elastici comprese le legature?
      Grazie ancora.

    • ivan.palumbo scrive:

      Se gli elastici sono dei 14mm allora puoi usare il 340% senza problemi, se sono più spessi invece scendi come fattore.

      Purtroppo ora non ho il fucile sottomano per darti le misure precise, comunque è semplice, misura la distanza foro-perno e usa la nostra pagina di calcolo.
      (in teoria dovrebbe essere di 55cm)

      • giov scrive:

        Grazie per la risposta.
        Quindi per i 14,5 reactive brown il fattore di allungamento idoneo e anche del 340%?
        Quindi uno 55cm (59 compreso le legature)
        E l’altro? Deve venir più corto giusto?

        • ivan.palumbo scrive:

          siamo lì, l’altro ha solo un paio di centimetri in meno di corsa, quindi intorno ai 53cm.

          la misura è da considerarsi all’elastico fra le legature, quindi se impieghi 2cm fra il bordo e la legatura ti serve un taglio più lungo di 4cm.

  78. vito scrive:

    Ciao Ivan, innanzitutto grazie e complimenti per le tue ottime recensioni! sono intenzionato a comprare un phantom speed 95, siccome qualche volta sparerei anche in tana, quale configurazione mi consiglieresti per evitare di rovinare l’asta in queste situazioni(magari scendendo all’ultimo perno) e conservare potenza per aspetti e agguati? grazie!

  79. claudio scrive:

    ciao ivan ,mi chiamo claudio ed ho preso pochi giorni fa un phantom speed 95 con elastico circolare da 19 già montato completo di mulinello e sagola,l’asta dovrebbe essere da 6,5 …sapresti dirmi se ho fatto la scelta giusta?A me questo fucile mi piace troppo…e vorrei una tua considerazione a riguardo…dicendomi pure se per te è bilanciato bene o meno..io odio i doppi elastici..ne preferisco uno..ma consistente e tenace…grazie per l’attenzione…buona giornata..
    Complimenti x il blog e le pescate 😉

    • ivan.palumbo scrive:

      Hai fatto un ottimo acquisto, il phantom è esteticamente inimitabile, inoltre molto preciso. L’unico neo è che non va daccordo con le configurazioni pesanti perchè è abbastanza leggero.

      Il consiglio è di montare un’asta da 6,25mm con i perni e un buon elastico da 17,5mm con le legature e ogiva in dyeema, calcolato a 320%, magari un sigalsub reactive (quello con il foro interno da 3mm).

  80. giov scrive:

    Ciao ivan..
    Parlando sempre di phantom 95 che Attualmente uso con allestimento:
    Asta 6,25×130 sigal con perni arretrati e un elastico 17,5 sigal bronw evo (foro interno un 1mm) tirato a 330% diciamo che ho un piccolo problema… (Premetto che spara benissimo) ma spesso mi capita di sbagliare dei pesci ravvicinati per la troppa potenza… Sara un ipotesi sbagliata ma questi nuovi elastici sigal (evo) sono prestanti al massimo. Cosa che ho notato anche sul phantom 75 dopo aver montato un 16.. Da tipo quel 20% di spinta in piu Insagolando qualsiasi cosa. Cmq.. La mia pensata è quella di montare un 16 mm (sempre sigal brown evo) anche sul 95 magari tirandolo a 340 visto che l’asta e un 6,25 e non una 6 come nel 75. Visto che pratico una pesca nel sottocosta e punto tutto sulla tecnica di avvicinamento del pesce prediligo le configurazioni soft. Le mie prede abituali infatti sono sul chilo.. Cefali, spigole e qualche bella orata di tanto in tanto.. e fino ad oggi con il 75 con asta da 6×115 e il 16 a 330 non mai avuto problemi. Che ne dici? Ci va di mezzo uno spezzone di elastico che al massimo reciclo per il 75. Voglio provare perché sto cominciando ad evitare il 95 nelle mie uscite.. E siccome a volte capitano situzioni dove il pesce sta quasi a tiro e che cn un 75 te la giochi con la dea fortuna. Volevo sfruttare il 95 per optare a questo problema… Ma se devo sbagliare i pesci facili ravvicinati, mi rassegno ed uso il 75 che ormai non sbaglio davvero un colpo. Praticmente mi serve un tiro preciso e bruciante nel range di 3 metri. Un po come nel 75 (solo che e micidiale entro i due e qualcosa) Dammi un tuo parere… Visto che in passato mi hai dato sempre consigli preziosi per allestire questi fucili. Saluti

  81. Soledoro scrive:

    Caro Ivan, vorrei acquistare un Phantom 55 ed allestirlo con asta da 6,5 di Conte sub da 80 cm,( l’asta originale è 85) mi serve per il torbido e per probabili prede piuttosto importanti ( spero ) ed è una misura che mi manca,. Secondo la tua esperienza, dovrei montare due elastici , accorciare o impiegare l’elastico originale che è 19 per 34? Mi suggerisci le misure adeguate per un allestimento piuttosto potente? Potrei prendere un oleopneumatico da 70 ma sono abituato con gli arba per la fluidità dello sparo e la semplicità di manutenzione. Naturalmente la richiesta è rivolta anche agli amici del blog che volessero dare un suggerimento.

  82. Soledoro scrive:

    Caro Ivan sono convinto che non mi hai risposto ancora per mancanza di tempo. E quindi ne approfitto per aggiungere un’altra domanda stante ferma la tua disponibilità e degli amici che seguono il blog. .Mi occorre un 60 per il torbido non per le tane, esclusivamente per il torbido , per la spigola, con asta da 7 o giù di lì, a prescindere dal phantom, cosa mi puoi o potete suggerire alla luce della tua o vostra esperienza? Grazie

    • Tommaso Mytom scrive:

      Se non sbaglio il gabbiano shake di seatec lo fanno anche di quella misura.

      • Soledoro scrive:

        Grazie Mytom, è il grotto 60, così com’è, però senza asta con pinnette e ogiva in dynema .Occorre impiegarlo con un arpione sottile confidando nella buona tenuta dell’ogiva metallica,oppure sostituire l’asta e l’ogiva. Ottimo suggerimento. E’ robustissimo, tanto è vero che addirittura nelle dimensioni più lunghe lo allestiscono anche con tre elestici.

  83. mauro scrive:

    Ciao a tutti cerco un consiglio,
    pratico pesca in atlantico in acque libere al massimo in prossimita’ di relitti, le prede piu’ comuni sono barracuda, red snapper, jack fish tutti attorno ai 10 kg o piu’. uso un fucile Mares Phantom fv 95 attualmente allestito con un doppio elastico da 17,5 mm X 56 cm secondo voi sono nel giusto? mi serve potenza e gittata. Grazie

  84. mauro scrive:

    130 cm 6,5 mm monoaletta

  85. Nello scrive:

    Ciao Ivan, proprio ora ho ordinato il phantom 90 speed, un arbalete che mi è sempre piaciuto, ho letto anche la tua recensione e mi sono maggiormente convinto. Da alcune recensioni, c’è chi ne sparla, chi al contrario lo loda. Penso che la verità sta nel mezzo. Chiedo, potrei utilizzare un asta con pernetti (che già possiedo) da 6,5 mm e lunga 120 mm? se si, che spessori di elastici mi consigli e a che fattore allungamento? inoltre, volendo mettere un’asta veloce, 6 mm x 130 mm, che tipo di circolare potrei utilizzare e sempre a che fattore allungamento? e tra legatura all’altra, ogiva compresa, quanti centimetri conviente utilizzare? Inoltre, utilizzandolo come lo manda la casa, è vero che sarebbe conveniente accorciare gli elastici di circa 5 cm. Scusa per i miei dubbi e ti ringrazio per l’eventuale risposta. Saluti.

    • ViperCarbon scrive:

      Ti dò una prima risposta anche io.

      Penso siano 120 cm, e non 120 mm 🙂

      Comunque sì, puoi usare l’asta che hai, ma c’è un MA’.
      Se di solito usi aste lunghe sui tuoi fucili, usando un’asta corta, potresti faticare di più per trovare un buon feeling col nuovo fucile.
      Puoi tenere anche l’alastico di serie mares da 19 con quest’asta, che non è male, ma per capire a quale fattore di allungamento tagliare è necessario conoscere almeno la distanza in centimetri tra il centro foro in cui sarà alloggiato l’elastico, e l’ultimo pernetto (quello più vicino allo sgancio).
      Questa misura servirà anche per capire se l’elastico da 19 di serie è troppo lungo: ovviamente devi indicare anche la lunghezza del suddetto elastico.

      Se vuoi usare un’asta da 6 mm, puoi usare un circolare c4 blackbull o sigal extreme da 16, tagliato al 320%.

      Ovviamente serve sapere sempre la distanza centro foro-ultimo pernetto per poterti dare una misura.

      Tra l’altro il blog offre anche l’ottima app interattiva per calcolari il fattore di allungament0, di seguito ti metto il link: http://www.pescasublog.it/elastici.php

      Personalmente, però userei un’asta da 6,3 mm e due elastici da 14,5, tagliati al 320%.

  86. Nello scrive:

    Si, ovviamente era in centimetri. Per la lunghezza dell’asta ( quella da 120 cm) non dovrei avere grosse difficoltà in quanto già usata con arbalete da 90 ma, visto che il phantom è 95 pensavo fosse eccessivamente corta. Ma da quanto ho capito anche le aste da 130 cm usate x il 90 vanno bene. Certo vorrei provarlo prima come mi verrà spedito dalla casa o, pensi che sia meglio intervenire subito sulla lunghezza dell’elastico, fatt. con allungamento 320? mi consigli, inoltre, che per entrambe le aste che e gli elastici appropriati, sempre lo stesso fattore allungamento? Ti ti ringrazio per i consigli.

    • ViperCarbon scrive:

      Se mi dici qual’è la distanza tra centro-foro e ultimo pernetto, e la lunghezza dell’elastico mares di serie, ti dico se è il caso di accorciare.

      Per il discorso di aste ed elastici appropriati: il 320%, considerando sempre tipo di elastici e di aste, è un buon compromesso tra potenza resa e rinculo, e facilità di caricamento, specie per fucile dalla massa ridotta.
      E gli elastici che ti ho menzionato, sono anche piuttosto “tosti”: i blackbull ancor di più dei sigal extreme.

      Il 19mm mares, essendo coestruso, potresti anche tagliaro al 3,3/3,4, senza andare oltre, perchè comunque il phantom è un fucile dalla massa abbastanza esigua per reggere bene ulteriore potenza mantenendo un rinculo accettable/gestibile…

      • Nello scrive:

        Perfetto, appena mi arriverà il fucile prenderò le misure e te le comunicherò. Grazie ancora

        • ViperCarbon scrive:

          Ok, aspetto 🙂

          • Nello scrive:

            Ciao.
            Ti comunico che mi è arrivato il phantom 95 speed. Molto bello, dopo una settimana dall’ordine finalmente. volevo provarlo ma tra mare brutto e poi un lutto in famiglia, ancora non ho avuto modo di provarlo. Comunque, ho tolto il suo elastico da 19 e ho montato uno da 18 (a coppia) nella testata ho fatto passare il dyneema e hanno un fattore allungamento di 3.40, con asta da 6,5 x 1,30 (la sua originale). Voglio proprio vedere come risponde. Ho gia provato su un 90 questo sistema di legatura elastici e mi sono trovato bene. il 18 è più semplice da caricare all’ultima tacca del 19 accorciato. Staremo a vedere. Una domanda, ho piazzato il mulinello nel senso obliquo, secondo me va meglio se fai passare la sagola nell’alloggio sotto il fusto, però non consente di passare il ferma sagola? in acciaio che accompagna le spire del mulinello. Penso vada bene, visto che non posso fare diversamente? Ti saluto per ora

          • ViperCarbon scrive:

            Di che marca, e di che tipo, è il 18 mm che hai messo ?
            Coestruso (nero fuori ambra dentro) o tutto nero ?

            Il sistema che hai adottato per alloggiare l’elastico nel foro và bene.

            Però devo dire che l’elastico da 18 rende bene con una 6,5 quando quest’ultima ha l’aletta sotto, ma per il momento usalo con la sua asta.

            Il mulinello và bene anche nella posizione inclinata, anche se personalmente lo preferisco perfettamente orizzontale, perchè è più basso il rischio che si creino parrucche serie, ma và comunque bene anche come l’hai messo tù.

  87. Nello scrive:

    La marca non la ricordo perchè ne ho tanti tipi e misure avanzati i quali sono mischiati tra loro e nn c’è più il marchio di confezione della casa produttrice (sbagliato, conviene sempre conservarli col marchio di provenienza per eventuali pareri).
    Comunque e un elastico Coestruso. L’asta in dotazione ha l’aletta sotto (di serie). Per quanto riguarda il mulinello, come ho spiegato, mi piace farlo passare sotto il fusto, nella sede preposta, per avere un brandeggio più pulito e per evitare che appoggiando il fusto su uno scoglio o in mezzo alla poseidonia possa incagliarsi. Di conseguenza, mettere il mulinello orizzontale, ho notato che “soffre” e forse si creano con più probabilità parrucche mentre, in posizione obliqua, accompagna la sagola molto più agevolmente. Non so se lo hai mai provato, ma Ivan sicuramente potrà dirmi la sua avendolo testato. Il mio dubbio è che non potendo montare il guida sagola, che ogni mulinello possiede, possa crearmi problemi. Che ne pensi?

  88. ViperCarbon scrive:

    quel mulo l’ho usato su un phantom fv, ma solo in posizione orizzontale, ora su un cyrano hf ho la versione “evoluta”, ma è montato sull’elsa, per cui non saprei se effettivamente è meglio obliquo, comunque sono tutti senza l’anello guidafilo, ma basta imbobinare perbene il mulo…
    Ivan credo lo abbia usato proprio in questa posizione…
    Sicuramente però con le passate di sagola sistemate nella sede ricavata nel fusto è meglio, dove si può, però il rischio di incagliare le passate di sagola è remoto… 🙂

    • Nello scrive:

      Certo, è un pò tutto da vedere. Spero di aggiornarti al più presto possibile. Grazie ancora.

      • Nello scrive:

        Allora, dopo aver provato alcune soluzioni , asta 6.30 e doppio 14,30 della sigal, un 18 coestruso e asta da 6.30 e, in ultimo un 17.5 della SEAC (tutto abra), fattore allungamento 3.25 (54 cm tra legatura a legatura e ogiva in dynema di circa 10 cm) sempre asta originale da 6.30 devo dire che , per me ovviamente, è stata la migliore delle 3; mi sono trovato molto bene, tiro preciso, stende le 2 girate di nylon, rinculo gestibile.

        • ViperCarbon scrive:

          Meglio così, è un setup standard l’accoppiata asta da 6,3 ed elastico da 17,5.

          Quell’elastico ha il forellino da 3 mm: se l’asta avesse l’aletta rovesciata e l’elastico fosse un sigal extreme o c4 bb sarebbe ancora più performante… 🙂

          • Nello scrive:

            Gli elastici sono i Primeline della seac, appunto.
            L’asta ha l’aletta rovesciata.
            Ascolterò anche il tuo consiglio, riguardo le altre due marche di elastici che hai citato…..

          • ViperCarbon scrive:

            Si, tra l’altro mi pare che me l’avessi già detto che l’asta è con l’aletta sotto…

            Per quanto riguarda gli altri elastici: occhio che vanno tirati meno, avendo il foro piccolo.
            Soprattutto i bb lavorano molto bene già al 3,1, considerando anche l’asta da 6,3. Al 3,4 sono molto tosti da stirare…

          • Nello scrive:

            Certamente terrò conto del tuo consiglio.
            Ti ringrazio.

  89. Nello scrive:

    Buon giorno ragazzi, vi scrivo perchè avrei intenzione di regalarmi un Beuchat Marlin Elite, non in carbonio, ma il modello in alluminio rivestito in espanso ad osso di seppia. Domando se qualcuno di voi lo ha mai provato e quale misura si accosta più al 90 (misura da me preferita anche per agguati invernali in basso fondo) l’85 o il 95? io nn l’ho visto da vicino e lo comprerei in internet per cui chiedo lumi.
    Vi ringrazio…

  90. Nello scrive:

    Nessuno mi risponde?

    • ViperCarbon scrive:

      Mai provato, però sembra un bell’arba: fà molto seatec snake, ovviamente facendo le dovute proporzioni…

      Peccato non sia col mulinello di serie, ma in effetti costa relativamente poco.
      Così, al primo impatto, personalmente cambierei asta, elastico, e archetto, e ovviamente ci vuole un bel mulo: monterei una 6,5 con aletta rovesciata, un circolare c4 black bull da 17,5 tagliato al 3,3, archetto tessile (l’archetto di serie rischia di lasciare segni profondi sul fusto, e considerando che è poliuretano…), e un buon mulinello tipo l’lg twist light, però non sò se è compatibile con quella slitta, ma credo sia disponibile anche per quell’attacco.

      Come misura, visto che ti piace l’aspetto, prendi il 95.

  91. Nello scrive:

    Grazie del consiglio V.C. gentilissimo come sempre. Solo che io prediligo il 90 x agguati invernali al pesce bianco; ecco perchè chiedevo quale misura si avvicina più al 90 tra l’85 e il 95.

    • ViperCarbon scrive:

      Beh, diciamo che avendo lo scatto arretrato, usare il 95 sarebbe come usare un 100 con lo sgancio in posizione classica, e cioè piùttosto avanzata rispetto alle impugnature di nuova generazione, per cui guadagneresti 5 cm di corsa in più mantenendo l’ingombro di un 95.

      Però, con l’85, che sicuramente è perfetto per “agguatare”, difficilmente porteresti a buon fine degli aspetti nell’acqua limpida, ecco perchè, secondo mè, il 95 sarebbe una scelta più azzeccata, a discapito di qualche agguato in meno nella risacca… 🙂

      E poi, questo mod. del marlin, col fusto che si ritrova, è più adatto all’aspetto (vedasi snake), perchè un fusto sagomato a osso di seppia per quasi tutta la sua lunghezza non è esattamente un fuscello da brandeggiare: intendo brandeggiare sull’asse verticale, come richiede spesso la tecnica dell’agguato, in orizzontale ovviamente lo muovi con estrema facilità…

      Comunque, ho letto solo ora che ti piace agguatare, ero convinto lo volessi per l’aspetto. In tal caso l’85 è da preferire, e considera sempre il discorso sopra, cioè che con quello sgancio guadagni c.ca 5cm mantenendo l’ingombro.

      • ViperCarbon scrive:

        “E poi, questo mod. del marlin, col fusto che si ritrova, è più adatto all’aspetto (vedasi snake), perchè un fusto sagomato a osso di seppia per quasi tutta la sua lunghezza non è esattamente un fuscello da brandeggiare: intendo brandeggiare sull’asse verticale, come richiede spesso la tecnica dell’agguato, in orizzontale ovviamente lo muovi con estrema facilità…”

        E a questo aggiungo che avrai bisogno di prendere l’abitudine a mettere il fusto di questo fucile “di taglio” quando vrai bisogno di muoverlo velocemente in verticale, ad esempio per riallinearlo su un pesce allarmato.

  92. Nello scrive:

    Sono perfettamente d’accordo su quello che mi hai consigliato. Da poco ho provato un Pathos Saragos 90 in alluminio con impugnatura D’Angelo II. Credimi , per me, e il mio tipo di pesca, è qualcosa di eccezionale. Mi butterò su questo arba. Grazie, un salutone e buon mare.

  93. Alessandro scrive:

    Ciao e complimenti per il blog! Sono neofita, ho un paio di amici con cui approcciarmi a questo sport e sto cercando un arbalete. Tra le varie occasioni mi sono capitati due phantom, uno fv e uno speed ma purtroppo da 95. Pensi che sia troppo azzardata come scelta iniziale? Il fucile mi piace molto e vorrei evitare di comprarne uno per poi rimpiazzarlo dopo poco tempo. Grazie mille per la risposta e ciao!

    • ViperCarbon scrive:

      Scusa il ritardo, cerco comunque di risponderti, anche se probsbilmente avrai ormai acquistato un arbalete.

      Io consiglio sempre un’arbalete 75 a chi vuole iniziare a praticare questo splendido sport.
      In primis perchè è la tipologia di fucile più semplice con cui approcciarsi alla pesca in apnea, e secondo, il 75 è la misura più versatile: ci puoi fare quasi la qualunque una volta che hai imparato a usarlo e trovato il feeling.

      Un 95, per quanto mi riguarda, è un pò troppo ipegnativo per chi inizia.

      Il phantom è un pò datato ormai, ma se la scelta è tra quelle due versioni, ti consigliere il phantom speed, che ha un mulinello un pelo migliore rispetto alle versioni precedenti, e soprattutto ha una bella testa doppio foro aperta, che garantisce una linea di mira molto pulita.
      Poi ti direi anche di csmbiare configuarazione, e passare a due elastici circolari da 14,5 sigal extreme tagliati al 320% (e per farlo dovresti saper fare le legature, magari uno dei tuoi amici le sà già fare e può darti una mano) accoppiati a un’asta sigal evolutione da 6,3 con l’aletta rovesciata.

      Questa, per mè, è la configurazione top per quanto riguarda la serie del phantom.

      Non ti resta che fare molta pratica a mare, magari anche su una bottiglia ancorata al fondo, in modo da acquisire un pò di feeling e “capire” meglio questo arbalete…

  94. AlessandroIV scrive:

    Ciao Ivan, ho comprato da un anno il Phantom è posso dire apertamente che sono profondamente deluso, non è assolutamente preciso, l’asta va’ dove vuole lei e montando l’occhiello l’asta addirittura ha problemi nello scorrimento. Ho modificato elastici ed occhiello ma il risultato è sempre disastroso. Inoltre il mulinello in dotazione si blocca ed intreccia la sagola rendendo la pesca un problema da ogni tiro. Onestamente se potessi rivenderlo lo cederei immediatamente senza batter ciglio.Diversamente mi potresti dare qualche consiglio sulle modifiche da apportare tenendo presente che la mia pesca non è di profondità ma basata sull’attesa vicino frangiflutti dove transitano saraghi e dentici fino al Kilo . Grazie in anticipo.

    • ViperCarbon scrive:

      In ritardo, ma cerco di darti anche io una risposta, anche se magari hai ormai cambiato arbalete :-).

      Ok che il fucile non è eccezionale, e ormai non è più in produzione da un pezzo, ma quelle volte che sono riuscito a pescare con questo fucile, sia fv che carbon (entrambi testata aperta e doppio circolare) non mi ha deluso com’è capitato a tè… ma ti dico subito che ho cambiato immediatamente la configurazione di serie, che in effetti è un pò deludente. Di solito usavo due circolari da 14,5 sigal extreme tirati al 3,2 accoppiati a un’asta sigal evo con aletta sotto da 6,3. Così il phantom (o sarebbe meglio dire “i” phantom) era abbastanza equilibrato e preciso, e non aveva granchè bisogno di pesetti che ne migliorassero l’assetto.

      Avevo levato anche il ponticello e messo un pernetto, e per tenere l’asta “avvinghiata” a fusto e testata facevo il classico giro di tenuta con la sagola.

      Il mulinello, effettivamente, poteva essere migliore, però non dava particolari grane con pesci di taglia comune… il fatto che si blocchi vuol dire che c’è qualcosa che non và.
      Ci vorrebbero Ivan o qualcun’altro che abbia usato un phantom più a lungo di me, e che magari ancora lo usi, per poterti dare qualche consiglio più preciso a tal riguardo, ma dal canto mio ti consiglierei di smontarlo e vedere come è messo, se è pulito o c’è sporcizia (un granellino di sabbia nel punto giusto potrebbe effettivamente far funzionare in modo anomalo il mulinello).
      E una volta pulito, lubrificato, e accertato che sia tutto ok, fai una prova a secco per vedere se si andato tutto a posto, e lo rimonti…

      • ViperCarbon scrive:

        Tra l’altro, devi essere sicuro che l’assetto vada bene per tè. Io, come già detto, non avuto bisogno di equilibrarlo e mi sono adeguato, però tu potresti preferire un fucile leggermente positvo o meno in punta…

        • AlessandroIV scrive:

          Ti ringrazio della risposta esaustiva, precisa e competente proverò appena posso a fare le modifiche da te suggerite, che però richiedono una certa professionalità. Per curiosità ti posso dire che sto pescando con un Omer75 di circa 20 anni rattoppato e modificato con singolo elastico e asta più lunga, è di una precisione devastante, ecco perché mi sono preso la libertà di definire il Phantom catastrofico..grazie ancora

          • ViperCarbon scrive:

            Stai usando un omer mb per caso ?

            Quello si che è stato un gran fucile, in pratica è il “papà” (stesso creatore) di seatec snake, geko, e via dicendo…

            Ma c’era anche l’xxv 25, che è più recente, e che per mè era insuperabile per certi tipi di pesca.

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

rosa mendez nude kim kardashian nackt love magazine uncensored kat dennings fappenning anna kendrick leaked topless boobs video fappening.com melissa benoist icloud emily ratahkowski nude laura cremaschi nude olivia munn boobs elizabeth turner model nude ai shinozaki topless olivia munn blowjob mara lane nude pussy catdolls naked ariel winter the fappening mara teigen naked nicki minaj the fapenning the fappaning iskra lawrence nudes
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi