Pikotech Cryptik – Posidonia Hood e Posidonia Shoulder

pesca sub

ImmagineNovità assoluta molto apprezzata dal pubblico nel corso del Medishow 2015 svoltosi alla Fiera di Roma, il nuovo mimetismo “totale” proposto dall’azienda Pikotech rende criptico il pescatore in apnea non soltanto per il mimetismo che riprende i colori del fondale marino ma soprattutto per lo speciale camuffamento 3D. Nata dalla collaborazione fra la Pikotech ed il famoso pescatore Massimo Milani (in arte “forchetta”), questo accessorio per il basso fondale elude i sensi delle prede che non riescono ad identificare con esattezza il pescatore.
I pesci, infatti, hanno ormai imparato a riconoscere ed associare al pericolo la sagoma del pescatore in apnea. Quando la tecnica di pesca adottata è sopraffina, l’appostamento è ben ponderato ed il bersaglio si materializza oltre una buona copertura la cattura è assicurata (o quasi). Ci sono però quelle situazioni in cui il pesce ci coglie alla sprovvista, o appare da un lato in cui siamo completamente scoperti, o non abbiamo scelto l’appostamento migliore. In quei casi possiamo eludere il suo immaginario prendendo le sembianze della poseidonia che i pesci associano a qualcosa di innocuo e protettivo.

Gli accessori della serie “Cryptik” che ho provato sono un cappuccio ed uno spallaccio. Su entrambi sono applicate delle “fettuccine” di neoprene bifoderato verde che in acqua si dispongono ed ondeggiano proprio come gli steli della pianta acquatica. L’aspetto del pescatore in apnea, come testimoniano le istantanee che mi immortalano, è completamente diverso. Non solo la sua sagoma è spezzata da una tinta a scomposizione di immagine, ma diventa un tutt’uno con il fondale marino ed assomiglia ad una roccia ricca di vegetazione.
Lo spallaccio è dotato di una fascia elastica da fissare con del velcro, mentre il cappuccio è dotato di due fori laterali per ospitare il boccaglio da ambo i lati e di un piccolo moschettone che permette di coprire parzialmente la maschera tale da lasciare solo le lenti scoperte.

Gli accessori si indossano con molta facilità. All’occorrenza è facile togliere quasi istantaneamente lo spallaccio, un pò meno il cappuccio, che però è traspirante e  consente la respirazione anche se viene indossato. La lunghezza delle “fettucce di neoprene” in entrambi gli accessori è volutamente eccessiva. Ognuno è libero di dimensionarle come meglio crede. Il cappuccio è anche dotato di un anello di neoprene che può raccogliere come un elastico per capelli la finta poseidonia oppure può fungere da elastico di sicurezza da fissare sul collo.  Di seguito esaminerò prima la mia personale configurazione e poi parlerò dell’efficacia del mimetismo.
mimetic 1
A me piace pescare facendo agguati in poca acqua. Questa tecnica è molto fruttuosa quando il mare è in risacca o montante, dunque ho dovuto accorciare notevolmente la lunghezza delle fettucce del cappuccio perchè seguendo la corrente coprono la visuale. Inoltre durante qualche appostamento più profondo, ho notato che durante la risalita si schiacciano attorno al viso del pescatore. In compenso con gli spezzoni delle fettucce che avanzavano, ho creato, cucendo a mano direttamente sul cappuccio, altri ciuffetti. E’ un’operazione che può essere fatta anche incollando o cucendo gli avanzi direttamente sulla muta, sullo schienalino, sulla cintura ed ovunque noi preferiamo. Lo spallaccio l’ho invece lasciato così com’è.  L’ho solo trasformato in un avambraccio che diventa una copertura artificiale all’occorrenza; e ciò mi serve soprattutto in pochissima acqua con il pesce diffidente. In ogni caso lo spallaccio può essere lasciato originale perchè la finta poseidonia non copre la visuale in nessun caso.

Veniamo al dunque, ossia l’efficacia del mimetismo totale. Ci sono numerosissimi studi che sono stati condotti soprattutto dal Forchetta, non è una novità. Ho voluto fare comunque il san tommaso della situazione ed ho sperimentato con estremo scetticismo questo accessorio. In effetti, però, devo ammettere che qualcosa cambia, anzi più di qualcosa. La minutaglia che normalmente orbita attorno al subacqueo è visibilmente più permissiva del solito. I pesci meno importanti iniziano ad essere più riluttanti alla fuga, quelli più grossi si avvicinano con più facilità, come normalmente si avvicinano i pesci meno importanti. La possibilità di personalizzare ed adattare questi accessori alle proprie esigenze è un asso nella manica ulteriore. Io che infatti soffro sempre della mancanza di copertura quando eseguo gli agguati in pochissima acqua, ho potuto portare appresso una copertura artificiale mobile. Il video che segue mi fa da testimone. Ho sempre avvistato saraghi grossi nelle mie zone, ma non sono mai riuscito ad avvicinarmi a loro per via della loro svizzera diffidenza. Essi fuggono verso il mare aperto non appena intravedono l’ombra del pescatore che si muove in direzione loro. Con un abbigliamento criptico non sono riuscito solamente ad avvicinarmi a questo grosso sarago, ma per giunta ho potuto mirarlo e spararlo con successo mentre lui non dava alcun cenno di sentirsi in pericolo, era solo un pò guardingo perchè si era accorto di qualcosa che non andava ma non riusciva ad identificare cosa fosse. Mi vedeva con la coda dell’occhio standomi di spalle, pronto a fuggire ma esitava a farlo.

Altri video eseguiti negli anni da forchetta, comunque la dicono lunga sull’argomento. Lui che questo accessorio lo sperimenta da tempo. Per ulteriori verifiche pertanto invito i lettori a fare un salto sul suo canale youtube:  https://www.youtube.com/user/ForchettaBisius/videos

Che dire, un buon prodotto, senz’altro innovativo, ottima la manifattura (è fatto a mano), ottima la resa in acqua ed ottimo il feedback sul mercato che sta avendo in questi primissimi mesi. Sicuramente è l’avanguardia delle attrezzature del secondo decennio del nuovo millennio!

2 Commenti

  1. Stefano scrive:

    Ciao Francesco un consiglio su il colore..della Poseidonia.. Ma secondo te meglio colore verde o marrone… O meglio fare spallaccio di un colore e copri capo di un altro… Oppure meglio verde tanto poi schiarisce col tempo..

  2. Stefano scrive:

    Ciao Francesco ma il colore ideale.. Meglio verde o scuro.. Oppure spallaccio verde e copri capo scuro.. O tutto verde tanto poi schiarisce?? Grazie

Scrivi una risposta

La tua email non sarà pubblicata. * Campi obbligatori

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi